Coltura e cultura del vino (2)

1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 (0 Votes)

benjaminLe pergamene ritrovate nel Monastero di Montevergine attestano, come giĂ  ho  esposto precedentemente, che la coltura del vino a Ceppaloni  ha rappresentato sempre un aspetto importante dell’economia e della cultura del territorio. Abbandonate le campagne negli anni cinquanta – sessanta del XX secolo, cala    la produzione del vino così come quella del grano. L’attivitĂ  vinicola, però, nell’ultimo ventennio, ha trovato maggiore forza ed impulso ad opera di agricoltori che hanno voluto scommettere sulla bontĂ  del prodotto locale, e, sulla loro capacitĂ  di fare impresa. Infatti a Ceppaloni esistono due aziende vinicole, “ Azienda Agricola Rotola” e “Masseria Antica Vigna”,  che producono dell’ottimo vino e imbottigliano decine di migliaia  di bottiglie di Aglianico, Falanghina e Coda di Volpe.

Coltura e cultura del vino a Ceppaloni

1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 (1 Vote)

benjaminL’agricoltura ceppalonese da sempre si è basata sulla coltivazione delle viti, del grano e, in parte, di alberi da frutta. Ricordo che,  al di lĂ    della grande raccolta delle ciliegie degli anni cinquanta – sessanta per la quale nel Comune vi erano molti punti di “ammasso”, era soprattutto la produzione vinicola e quella del grano  che concorrevano a costituire il  reddito di tante famiglie. Dai documenti esaminati negli ultimi 200 anni  ho rilevato che, quando la produzione vinicola e quella del grano erano scarse, diventava difficile riscuotere nel Comune anche le tasse: da un atto del 1791 …la mancanza del vino e la scarsezza dei cereali costituiscono l’infelicitĂ  di questo nostro Comune.

Duello tra il Vice Sindaco e il Sindaco

1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 (1 Vote)

benjaminLuigi Parente, nipote del Luigi che fu vice sindaco nella Giunta Comunale nominata dal Prefetto nel mese di Luglio del 1944, conserva una serie di documenti, alcuni molto vecchi (1820), che riguardano  atti  privati  che attestano  lo status di “Possidente” della famiglia. Interessante risulta, invece,una lettera autografa del nonno che evidenzia in maniera drammatica lo stato dei rapporti tra i componenti della Giunta all’indomani della caduta del fascismo.Di quella prima Giunta comunale  Costanzo Barone era  Sindaco e Luigi Parente ne era il Vice.

Ancora qualche libro

1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 (0 Votes)

benjaminSembra che l’intera letteratura mondiale da alcuni anni a questa parte non riesca a produrre quasi niente di veramente valido. Anche romanzi come “ Il Cardellino”, di Donna Tartt, premio Pulitzer 2014 e grande successo di vendita, nonostante le oltre novecento pagine, e con recensioni critiche molto positive, in fondo non  resterĂ   tra i classici della letteratura. SarĂ   questo il motivo per cui, da alcuni anni, il “noir” è diventato protagonista della top ten letteraria sia in Italia che all’estero.

 

Serenata senza nome

1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 (0 Votes)

benjaminTempo d’estate, tempo di libri. La frescura dell’acqua,  la brezza marina e un libro da leggere: il successo editoriale dell’estate o qualche romanzo di cui si è rinviata la lettura quando, sotto l’ombrellone, al riparo dalla calura estiva, l’animo è piĂą â€śdisponibile” ad una full – immersion letteraria. 

 

Sei qui: Home La rubrica di Benjamin
Find us on Facebook
Follow Us