Luce e storia nella finestre della memoria

1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 (1 Vote)

Achille Storia di Achille Vitelli, il pittore della "Chiesa Madre di Ceppaloni".

Scorci architettonici, comparse, studiati tagli prospettici, giochi di luce e storia. Questi sono solo alcuni degli elementi che convergono nella mostra “Achille Vianelli: da Posillipo a Santa Sofia - Soggetti beneventani dalle collezioni del Museo del Sannio” curata da Domenico Facchino e Luigi Mauta dell’Associazione culturale Arte Litteram, da oggi pomeriggio alle ore 18 aperta al pubblico nelle sale del Museo del Sannio.

L'Ottocento visto da Sud

1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 (2 Votes)

ceppaloniNel di­ziona­rio geo­grafico del Re­gno di Napoli pubbli­cato da Lorenzo Giu­stiniani nel 1797, a proposito di Ceppalo­ni si leggono note as­sai scarne: "Terra in Principato Ulterio­re, in diocesi di Benevento, distante da Montefuscolo miglia 6, abitata inoggi da circa 2500 individui, in tutti i suoi piccioli dieci casali appellati Avella, Ga­remelle, Guglieri, Chianche, Manni, Picciolilli, Pipicielli, Santacroce; Valva, San Giovanni. La tassa del 1532 fu di fuochi 205, del 1561 di 290, del 1595 di 509, del 1648 di 235, e del 1669 di 133".

 

Ceppaloni. Cenni storici

1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 (6 Votes)

Universit_ceppaloni Siamo lieti di proporre ai nostri lettori una nuova pagina dedicata alla Storia di Ceppaloni. Lo facciamo grazie al contributo graditissimo e prestigioso  di un nostro concittadino da sempre impegnato nella fantastica opera di riscoperta della storia del nostro amato paese. Un grazie ad Alfreo Rossi.

Il comune di Ceppaloni si estende su una superficie di 23,67 kmq a cavallo della dorsale collinare posta tra le valli del fiume Sabato ad est e del torrente Serretelle ad ovest. In epoca romana il territorio ceppalonese rientrava certamente nell’ager beneventanus, in diretta dipendenza dalla città di Benevento da cui dista 13 km circa. All’epoca erano presenti insediamenti abitativi a carattere sparso legati alla coltivazione dei fondi; non vi sono prove, però, dell’esistenza di villaggi. Le prime notizie storiche su Ceppaloni risalgono alla fine del VIII secolo, al tempo del ducato longobardo di Benevento. Verso la fine del sec. IX il territorio ceppalonese era dato in amministrazione ad un marepahis, ossia ad un funzionario della corte palatina, e successivamente rientrò nella circoscrizione del gastaldato di Benevento.

Palazzo Foglie

1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 (5 Votes)
palazzo foglieL’immobile settecentesco ha uno schema planimetrico a corte. L’edificio è costituito da due corpi di fabbrica. Il primo corpo si sviluppa per due piani fuori terra. Prospetta su Piazza dei Martiri e su Via Foglia. Il secondo corpo di fabbrica si apre verso l’interno ed in origine era adibito a locale di servizio, vale a dire ricovero degli animali. La struttura dell’edificio è in muratura di tufo. La copertura è a tetto a due falde per il corpo principale ed a falda unica per il corpo secondario. La corte interna, delimitata da un lato da un bellissimo porticato con archi a tutto sesto, presenta al centro un pozzo.
 
 

Storie di donne

1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 (6 Votes)

asuntaponsillo2 UNA STORIA VERA DI SACRIFICIO E DI CORAGGIO

Un caldo pomeriggio di marzo: la signora Assunta Ponsillo ha accettato di raccontarci la sua storia, una storia in cui gli eventi personali si intrecciano con episodi di guerra con il dolore e il sacrificio di tutto un popolo. La troviamo ad attenderci nel soggiorno della sua bella casa. Nonostante gli ottantuno anni, si presenta ancora bella nell'aspetto, fiera nel portamento, le labbra ben truccate schiuse al sorriso in un volto che comunica forza e cordialità. Ci Invita a sederci è contenta di poter raccontare a qualcuno che non siano i soliti familiari quel pezzo di vita di cui ricorda ogni particolare Appare visibilmente emozionata ma comincia subito. La mia storia si può dire iniziata il 26 Febbraio 1939, giorno in cui mi sono sposata. Fino ad allora nella mia vita di ragazza di campagna, non ci sono stati momenti di rilievo. Ultima di undici figli, non ero certo circondata dagli agi e dalle attenzioni in cui vivono i ragazzi di oggi. I nostri genitori dovevano fare ì salti mortali per tirarci su, ognuno di noi appena grandicello, doveva dare il proprio contributo di lavoro in casa, eravamo però molto uniti.

Sottocategorie

Sei qui: Home Cenni storici
Find us on Facebook
Follow Us