Patto territoriale, dubbi sul rilancio

1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 (1 Vote)
Patto territoriale, dubbi sul rilancio 5.0 out of 5 based on 1 votes.

patto territorialeE' indirizzata all'Autorità nazionale anticorruzione, alla Procura e al curatore fallimentare del Patto territoriale 2000 una nota del gruppo di opposizione di Ceppaloni 'Cittadinanza attiva'. Al centro della segnalazione, il rinnovato Patto territoriale Valle del Sabato. Un'esperienza consortile con Ceppaloni nel ruolo di capofila, negli anni finita per arenarsi, che ora si intende rilanciare ma con le redini affidate al Comune irpino di Roccabascerana. I consiglieri Stefania Pepicelli, Angelina Caliendo, Elio Fiorillo ed Emilio Imbriani partono dalla delibera con la quale il 20 gennaio scorso la Giunta comunale ha deciso di aderire all'avviso pubblico finalizzato alla selezione di interventi da inserire nel progetto pilota del Patto.
Come proposta da candidare, Ceppaloni indica un intervento di sistemazione delle strade comunali dal valore di 1,4 milioni che deve servire a migliorare le condizioni del tessuto imprenditoriale locale. Inoltre, tra le altre cose, si affida al geometra Leopoldo De Blasio il compito di responsabile unico del procedimento.


I rilievi della minoranza partono dal fatto che il Patto territoriale risulta in stato di fallimento. Si richiamano le delibere di Consiglio licenziate dal 2018 al con le quali il Comune ha escluso partecipazioni relativamente alla società, dopo aver tentato senza risultati, la cessione nel 2017 e nel 2018. Infine, si riportano le affermazioni del sindaco Ettore De Blasio nella. seduta del 30 dicembre 2020:"Il Patto territoriale non è oggetto di razionalizzazione in quanto in fase di fallimento. In pratica, la partecipazione resta ma non è oggetto di razionalizzazione". Cittadinanza attiva solleva principalmente dubbi sul passaggio dal 'vecchio Patto, dove Ceppaloni aveva una quota maggioritaria, oltre il 60 %, ormai in fallimento, a quello nuovo dove la guida è passata a Roccabascerana. Ma non risparmia una dura critica al primo cittadino: "C'è un grosso problema politico", ha dichiarato il consigliere Elio Fiorillo, "laddove con totale spregiudicatezza attraverso la delibera si assegna un incarico o probabilmente remunerato, al fratello del al sindaco, senza che quest'ultimo si sia astenuto o abbia evitato di partecipare alla votazione". Sentito sulla segnalazione e le critiche sull'incarico, De Blasio non ha voluto commentare.

Fonte: Il Sannio Quotidiano

Sei qui: Home News Patto territoriale, dubbi sul rilancio
Find us on Facebook
Follow Us