Un Consiglio Comunale con un pieno di rinvii…

1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 (3 Votes)
Un Consiglio Comunale con un pieno di rinvii… 5.0 out of 5 based on 3 votes.

 

Cittadinanza attivaNel caldo pomeriggio del 10 agosto 2018, si è tenuta la seconda seduta ordinaria del Consiglio Comunale di Ceppaloni.

 

 

L’attesa dell’apertura della seduta Ã¨ stata caratterizzata dalla notizia della volontà, manifestata da alcuni esponenti della maggioranza, di rinviare i punti di maggior interesse all’ordine del giorno, ovvero il riconoscimento dei debiti fuori bilancio e la salvaguardia degli equilibri di bilancio per l’anno 2018. Alla base del rinvio ci sarebbe una nota del Responsabile del Servizio Finanziario dell’Ente che avrebbe indicato in maniera errata un immobile all’interno della relazione che è alla base della discussione dei punti suddetti. La realtà si Ã¨ poi dimostrata essere un’altra. 

 

 

 

Andiamo con ordine. All’inizio della seduta abbiamo chiesto di integrare l’ordine del giorno per ottenere le risposte alle interrogazioni presentante nel mese scorso.

A tal fine abbiamo fornito apposita richiesta scritta, come previsto dall’articolo 21 dal Regolamento.

Evitando di ricorrere a formalismi su tale inserimento (date le perplessità della Segretaria Comunale, nonostante il rispetto delle regole da parte nostra) e sulla tempistica di consegna della documentazione (ampiamente precedente ai 10 giorni previsti dall’articolo 44 del Regolamento), il Sindaco e il Vice Sindaco hanno fornito risposta alle nostre interrogazioni.

 

Relativamente all’erogazione del finanziamento per la Festa della pizza e del baccalà, il Sindaco ha chiarito che

• il Comune, oltre al finanziamento delle feste patronali delle varie frazioni, eroga fondi esclusivamente per le feste organizzate in proprio;
• il baccalà, in quanto prodotto dei poveri, può annoverarsi anche tra i prodotti tipici della comunità ceppalonese;
• la scelta della cooperativa per la gestione di tale evento è giustificata dall’efficacia e dall’efficienza mostrata dalla stessa nelle precedenti edizioni della festa;
• non sono stati erogati fondi per l’organizzazione della Porziuncola perché la Pro Loco di Ceppaloni non li ha richiesti (ci è stato poi chiarito che la richiesta era stata fattae la prova è la concessione del patrocinio morale da parte del Comune).

Il nostro intervento a questo punto ha criticato le modalità e il sistema utilizzati per assegnare a un privato la gestione della Festa del Baccalà. La nostra richiesta era finalizzata a ottenerespiegazioni in merito a quella che continua a sembrarci una scelta strategica sbagliata: puntare su un evento che non ha nessun legame con il territorio comunale (nonostante l’Assessore alla Promozione del Turismo e ai Rapporti con le Associazioni l’abbia definita la â€œFesta di compleanno del Comune”invece che su eventi di maggior prestigio e richiamo che danno risalto al nostro Comune (anche se, a detta dello stesso Assessore, la Porzincola Ã¨ un mero “evento associativo”).

 

Sulla seconda interrogazione relativa aCentro Sociale Polifunzionale “È più bello insieme”, venuto agli onori della cronaca nei giorni scorsi a causa dell’interruzione del servizio, il Vice Sindaco ha fatto un breve resoconto della situazione, chiarendo che il Comune di Ceppaloni è in regola con i pagamenti delle quote dovute.

 

Conclusa questa fase, è iniziata la discussione dei punti all’ordine del giorno e non sono mancati i colpi di scena. 

 

Per l’approvazione del regolamento per la riservatezza dei dati personali, la maggioranza ha chiesto e approvato il rinvio in quanto era stata prodotta un’integrazione alla documentazione depositata. Tuttavia nessuno si è preso la briga di inserire tale ulteriore documentazione tra gli atti a disposizione dei consiglieri, né della sua esistenza Ã¨ stato fatto cenno ai consiglieri di opposizione che nella mattina della seduta si erano recati al Comune. Pertanto ci siamo astenuti dalla votazione di tale rinvio, non potendo essere a conoscenza delle modifiche apportaterispetto al regolamento depositato (problema che non Ã¨ sembratoriguardare i consiglieri di maggioranza…).

 

Per la conferma degli organismi collegiali, prevista al secondo punto dell’ordine del giorno, abbiamo chiesto di conoscere la composizione della Commissione per il diritto allo studio e del riassetto delle scuole. Avuto conferma che si trattasse di un organo composto esclusivamente da consiglieri, ci siamo astenuti dalla votazione solo perché riteniamo che fosse necessario prevedereuna Consulta specifica per risolvere i problemi sorti a seguito dell’istituzione dei poli scolastici, anche alla luce del Consiglio tenutosi il 23 luglio scorso. Riteniamo infatti insufficiente che la questione sia oggetto di discussione di una generica consulta che annovera tra le competenze anche il turismo, i giovani e la cultura(e di cui non conosciamo la composizione).

 

Come anticipato nella premessa, per i punti cruciali del consiglio(debiti fuori bilancio ed equilibri di bilancio) la maggioranza ha richiesto il rinvio in quanto il Responsabile finanziario, nella giornata della seduta (presumibilmente nel pomeriggio, visto che eravamo in Comune la mattina e non ci è stato detto nulla…) ha comunicato di aver indicato in maniera errata un immobile all’interno della sua relazione. 

A questo punto abbiamo fatto mettere a verbale che il vero motivo del rinvio è rappresentato dal fatto che non è stato emesso alcun atto dal quale risulti la nomina del Responsabile del Servizio Finanziario del Comune: l’atto non è stato fornito ai consiglieri che ne hanno fatto espressa richiesta la mattina della seduta, né risulta essere stato pubblicato sull’Albo dell’EnteTale mancanza è stata poi confermata dalla Segretaria Comunale prima dell’inizio della seduta e non si tratta di un inadempimento di poco conto: tutti gli atti posti in essere dal responsabile privo di formale incarico sono nulli.

Dal canto suo il Sindaco ha risposto di aver firmato l’atto di incarico al responsabile ma di non essere a conoscenza della pubblicazione dello stesso.

 

Una volta votati e approvati, con il nostro voto contrario, i rinvii per il riconoscimento dei debiti fuori bilancio e la salvaguardia degli equilibri di bilancio, prima di chiudere la seduta abbiamo chiesto e ottenuto (non senza un breve momento di confusione) di poter parlare nuovamente.

Dall’analisi dei documenti relativi ai debiti fuori bilancio, infatti, Ã¨ emerso che alcuni incarichi, conferiti dalla giunta a un legale,dalle carte non risultano essere stati espletati ma, nonostantequesto, risultano essere stati liquidatiAbbiamo pertanto chiesto chiarimenti al riguardo anche perché bisognerà verificare eventuali responsabilità e/o danni al Comune.

La seduta si è chiusa dopo la risposta piccata della Segretaria Comunale che affermava di non essere in grado di fornire spiegazioni seduta stante.

 

PS: in molti, presenti in aula o collegati via internet, ci avete segnalato che non si sente nulla o quasi. Purtroppo l’impianto audio della sala non funziona benissimo: chiederemo di risolvere il problema all’amministrazione.

 

Sei qui: Home News Un Consiglio Comunale con un pieno di rinvii…
Find us on Facebook
Follow Us