Si mente sapendo di mentire

1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 (1 Vote)
Si mente sapendo di mentire 5.0 out of 5 based on 1 votes.

rifiuti tossici copiaL'estate si sa a volte ci presenta sempre piacevoli sorprese, ed anche questa estate puntualmente non si è smentita: leggendo i giornali in questi giorni apprendo con piacevole soddisfazione prima, e stupore dopo, che la giunta comunale di Ceppaloni ha approvato, dopo solo nove anni dagli sversamenti  illeciti, il progetto di bonifica per la rimozione dei rifiuti pericolosi tombati  nell'area industriale località stretto di Barba. Questa è la parte piacevole, poi continuando la lettura sopravviene, prima  lo stupore e poi sconforto, perché si dice che dalle analisi effettuate dalla ditta incaricata dal Comune, la  Cea ( Chemical engineering association ) non risultano valori al di sopra della norma, ma tutti i valori rientrano nei parametri di quella che è una zona industriale.

 

Riporto  testualmente il passaggio della delibera in questione: “…La contaminazione rilevate nel suolo e nel sottosuolo sono tutte inferiori ai riferimenti della tabella 1 col. B “Siti ad uso commerciale e industriale” dell'Allegato 5  -Titolo V - Parte IV  del D.Lgs 152/06 per cui, trattandosi di un sito ad uso industriale al quale si applicano appunto i riferimenti della tabella 1B, non risulta necessario procedere all'analisi di rischio sito specifica per la matrice ambientale suolo…”.

Fin qui nulla da eccepire, eccetto il fatto e che nel cosiddetto PiP località barba non esiste nessuna zona industriale o qualcosa che rassomigli ad una zona industriale o commerciale. Esiste un pezzo di infrastruttura, cioè una strada realizzata per il Pip sotto la quale sono stati  tombati rifiuti, in prossimità della quale ci sono alcune civili abitazione e persone che ci vivono,  non fabbriche. Attualmente quei  valori che il Comune di essere nella norma, tantomeno possono essere applicati al casi di specie  i valori di riferimento della tabella 1B.

I comitati avevano proposto al Sindaco e all' amministrazione di affidare all'Università del Sannio tutto l'iter per le analisi ma l'amministrazione in carica ha opposto solo cavilli per evitarlo.

Vorrei ricordare a tutti che sono passati ben nove anni, due sindaci e questa e la terza amministrazione comunale sempre dello stesso colore politico e siamo ancora all'anno zero.

Attendiamo risposte, ricordando al sindaco che ci sono stati altri terreni oggetti di sversamenti illeciti e di cui non si a che punto è tutto l'iter burocratico e, invero,  se  un iter è stato mai avviato.

Alfredo Manganiello

Sei qui: Home News Si mente sapendo di mentire
Find us on Facebook
Follow Us