Trasferimento classi, parte la protesta

1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 (2 Votes)
Trasferimento classi, parte la protesta 5.0 out of 5 based on 2 votes.

Protesta scuolaNon vogliamo alcun trasferimento, le classi devono restare così come sono e se decideranno di  andare avanti siamo pronte a portare i nostri figli nelle scuole di Benevento". E' questa la posizione adottata da un gruppo di cittadini di Ceppaloni, rappresentato dalle madri di diversi alunni iscritti al "Settembrini". Il plesso in via Cretazzo, nel capoluogo del Comune, oggi ospita le classi di scuola dell'infanzia, elementari e medie. Ma l'Istituto di concerto con l'amministrazione comunale ha disegnato una tabella di marcia che prevede il trasferimento delle elementari nella frazione Beltiglio e l'asilo a San Giovanni, forse già dall'anno prossimo.

 

La scelta ha fatto andate su tutte le furie le famiglie degli studenti, che hanno già affrontato la questione sia con la dirigente scolastica Anna Polito che con il sindaco Claudio Cataudo. Il trasferimento è motivato dalla volontà di allargare la rete scolastica all'intero territorio comunale, mentre i genitori fanno pesare in particolar modo che ad oggi il plesso di via Cretazzo è tra i pochi in provincia a rispettare il tempo pieno.
Fattore che consente soprattutto alle madri margini di manovra più ampi durante la giornata, ma che verrebbe a cadere con la dislocazione delle classi. "Sorda ad ogni nostra richiesta di utilizzazione di
strumenti democratici al fin di appurare la volontà popolare, la nostra amministrazione intende procedere già dal 2017 in questo ennesimo atto volto a togliere a Ceppaloni quanto di buono sia stato conquistato negli anni". Il messaggio di chi sta portando avanti la protesta denota il superamento della prima fase di confronto che, come anticipato, non sembra aver smosso le due Istituzioni in gioco: c'è stato una prima riunione con i genitori degli iscritti alle elementari presso la sede di San Leucio del Sannio (il 'Settembrini'
abbraccia San Leucio, Ceppaloni e Apollosa), seguito da un secondo faccia a faccia con la dirigente, che ha fatto registrare toni alti e qualche scintilla. Infine, il più recente confronto con Cataudo, che ad ogni modo ha confermato la volontà di proseguire sulla strada del 'trasloco'. La reazione dei genitori si è tradotta nell'attivazione, mercoledì, di una petizione on line sulla piattaforma charge.org. E inoltre sono state già presentate 14 richieste di nulla osta per portare gli alunni nei plessi di Benevento.  Il braccio di ferro è partito. 

Fonte: Il Sannio Quotidiano 

Sei qui: Home News Trasferimento classi, parte la protesta
Find us on Facebook
Follow Us