‘I Longobardi e il Sannio’, 250mila euro in cinque azioni strategiche

1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 (0 Votes)

ceppaloniRiapprovata con integrazioni la delibera relativa al progetto “I Longobardi e il Sannio” da parte della Provincia di Benevento. Si tratta di una serie di iniziative volte a rievocare la grande storia della Langobardia minor che a Benevento e nel Sannio trovò il suo principale epicentro, finalizzate ad un rilancio turistico del beneventano. Un atto che prevede costi complessivi per 250mila euro da trasmettere alla Direzione Politiche Sociali, Politiche Culturali, Pari Opportunità e Tempo Libero della Regione Campania”. Il progetto si articola in cinque iniziative. Quattro trovano collocazione esclusivamente o principalmente in città. Tutte si svolgeranno – secondo la programmazione – tra ottobre prossimo e marzo del 2016.

 

Armonie e canti religiosi nel Chiostro di Santa Sofia, costo preventivato 20mila euro. “La macchina del tempo, Paolo Diacono racconta” nel Chiostro di Santa Sofia, Museo del Sannio, Rocca dei Rettori, sponde del Sabato e Castello di Ceppaloni”, costo preventivato 65mila euro. La terza “Manoscritti di Benevento”, nella Biblioteca Provinciale Mellusi, costo preventivato 20mila euro. La quarta “Affreschi Beneventani” nel Museo del Sannio e nella Rocca dei Rettori, per un costo preventivato di 15mila euro. La quinta, quella di più ampio respiro, toccherà tutti i centri della provincia e si rievocherà con spettacoli teatrali la presenza storica dei Longobardi, sia sul piano del patrimonio materiale che di quello immateriale. Costo preventivato 100mila euro. Centri toccati: Airola, Arpaia, Amorosi, Apice, Bucciano, Buonalbergo, Campolattaro, Casalduni, Castelpoto, Ceppaloni, Faicchio, Foiano di Val Fortore, Forchia, Fragneto Monforte, Guardia Sanframondi, Limatola, Moiano, Montesarchio, Morcone, Pago Veiano, Paolisi, Paupisi, Ponte, Pontelandolfo, Puglianello, Reino, San Bartolomeo in Galdo, San Lupo, San Lorenzo Maggiore, San Salvatore Telesino, Santa Croce del Sannio, Sant’Agata de’ Goti, Sassinoro, Telese Terme, Tocco Caudio, Torrecuso, Vitulano. Previsti costi pari a trentamila euro per pubblicità e comunicazione dell’evento rispetto al quale si stima una significativa ricaduta per le politiche turistiche territoriali. Positivo il radicamento economico della programmazione in atto, da sottoporre evidentemente al vaglio della Regione Campania, alla programmazione di spesa Por Fesr 2007 -2013. Soldi che vanno attinti e spesi entro breve termine altrimenti saranno persi per sempre dalla nostra Regione e dal nostro Paese.

Fonte: Il Sannio Quotidiano 

Sei qui: Home News ‘I Longobardi e il Sannio’, 250mila euro in cinque azioni strategiche
Find us on Facebook
Follow Us