Abolizione segretario, il comune non ci sta

1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 (0 Votes)

comune ceppaloniL'abolizione della figura del segretario comunale prospettata dal governo Renzi, non convince l'esecutivo alla guida del comune di Ceppaloni. In una lettera inviata al presidente del consiglio dei Ministri, la giunta Cataudo, espone le argomentazioni in favore dell'utilità di questa figura professionale. Nell'atto di giunta si legge che «il segretario è parte integrante delle autonomie locali, primo collaboratore dell’amministrazione, che svolge un ruolo di garanzia e direzione dell’ente, ed è una figura fondamentale per assicurare il buon andamento delle attività e il conseguimento del programma di governo».

 

Nella nota l'esecutivo elenca inoltre le possibili ripercussioni «la sua abolizione lascerebbe l’ente privo di una dirigenza apicale in possesso di specifiche competenze richieste dal ruolo di vertice dell’Ente stesso». Alla luce di queste considerazioni il comune ha formalmente espresso «preoccupazione e contrarietà alla proposta di abolizione della figura del segretario comunale, che rischia i indebolire l’andamento amministrativo ». La proposta avanzata dall'esecutivo è «di considerare il segretario una figura non da abolire, ma da riformare, con sistemi di formazione tali da rafforzarne le capacità e le competenze, nonché dotarli di strumenti professionali necessari ad assicurare una direzione complessiva, superando le ambiguità dell’attuale normativa».

Fonte: Ottopagine

Sei qui: Home News Abolizione segretario, il comune non ci sta
Find us on Facebook
Follow Us