Canile, salvataggio ancora possibile

1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 (1 Vote)
Canile, salvataggio ancora possibile 5.0 out of 5 based on 1 votes.

cani2Quasi la totalità dei cani ospiti del canile 'Oasi' situato nel comune di Ceppaloni, nel corso dell'ultimo weekend, sono stati prelevati e trasportati verso altre strutture del territorio nazionale (con il monitoraggio di Luca Lombardini, vicepresidente della Lega Nazionale per la difesa del cane). Calabria, Liguria, Toscana sono solo alcune delle destinazioni indicate, a cui si affiancano destinazioni più specifiche come Napoli, Reggio Calabria e Salerno. Si diceva quasi la totalità, perché nella struttura, restano ancora oltre una dozzina di cani, quelli più anziani che non avrebbero potuto affrontare un viaggio eccessivamente lungo. Per loro, le destinazioni d'approdo potrebbero essere alcune strutture del salernitano.

 

Per pochi, pochissimi sono pervenute nuove adozioni. In alcuni casi da parte degli stessi v o l o n t a r i . Dopo le accese proteste dei giorni scorsi, proprio i volontari che si erano opposti alla scelta di chiudere il canile, hanno dovuto constatare l'insussistenza delle condizioni economiche necessarie per il suo mantenimento. Difficoltà determinate, stando a quanto riferito, da una mala gestio che negli ultimi quindici anni ha compromesso la sostenibilità del bilancio. D'altro canto negli ultimi tempi, la struttura era sostenuta totalmente dalla Lega Nazionale. Chiudere è sembrata l'unica via percorribile. La possibilità che ora si prospetta è una riapertura ex novo del canile, con una gestione autonoma (ergo non a carico della Lega). Nella giornata di domenica, per il completamento delle procedure, è giunto il presidente nazionale dell'associazione, Piera Rosati. Al momento, sembrerebbe che si stiano cercando modi e risorse per scongiurare la chiusura definitiva. Nella giornata di ieri era previsto un incontro con il sindaco di Ceppaloni, Claudio Cataudo, il presidente della Lega, Piera Rosati, e Antonella Centanni commissario cui è affidata la gestione della struttura dal settembre del 2013. Un tentativo che riflette la necessità di utilizzare una struttura notoriamente ben organizzata e adatta ad accogliere i cani abbandonati. Ma c'è un aspetto della vicenda che sembrerebbe non essere stato ancora definito, quello del futuro dell'unico dipendente della struttura. Sembrerebbe infatti che sulla sua posizione ancora non sia stata assunta alcuna decisione.

Fonte: Ottopagine

Sei qui: Home News Canile, salvataggio ancora possibile
Find us on Facebook
Follow Us