Barone sul Patto Territoriale: «Navighiamo a vista»

1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 (0 Votes)

patto territorialeNell’elenco dei Patti territoriali ammessi alla rimodulazione delle risorse finanziarie, quello della Valle del Sabato occupa il quarantottesimo posto. Una posizione che però non garantisce il salvataggio della consortile. Come sostenuto da Enzo Barone, capogruppo di opposizione e presidente della commissione istituita con lo scopo di ridefinire le sorti della consortile “la situazione era e resta complessa sotto vari aspetti. Occorre approvare i bilanci degli ultimi tre anni (2011, 2012, 2013) e per far questo dovrebbe riunirsi l’assemblea dei soci”. Per raggiungere il quorum e garantire così la validità dell’assemblea “basterebbe la presenza del comune di Ceppaloni in possesso del 36,25 per cento delle quota e dunque ente capofila, la Camera di Commercio (col 7,25 per cento) e la Provincia (12,63 per cento).

 

Nei prossimi giorni, invierò una lettera di invito a tutti i soci. Il mio auspicio è che ancor prima del mese di giugno, termine che ci siamo dati per l’assunzione di provvedimenti, si arrivi ad una risoluzione”. Se la strada del recupero risulta impervia, non lo è da meno, secondo Barone, anche quella del fallimento “per dichiarare il fallimento di un azienda con capitale sociale è richiesto un quinto della somma inizialmente versata nel fondo. Quindi nell’ipotesi in cui fossimo costretti ad optare per questa scelta, chi ci rimetterebbe di più sarebbe il comune di Ceppaloni che dovrebbe versare la somma di quaratamila euro”. Nei mesi scorsi d’altronde si era parlato di presunta consegna dei libri contabili al tribunale, da parte del presidente del Cda ma Barone spiega che: “Era una decisione che il Cda aveva preso, ma che non ha potuto concretizzare per mancanza di liquidità. Attualmente l’intero consiglio di amministrazione e il presidente stesso, Giacomo Fantasia, sono dimissionari. Ma anche questa scelta va ratificata dall’assemblea”. Infine Barone spiega che “nelle scorse settimane dopo innumerevoli richieste al comune, ho avuto dall’amministratore delegato del Patto, Saverio Ranaudo, l’intera documentazione relativa e ho avuto modo di leggere le sollecitazioni inviate al Ministero e ai soci. Mi auguro che questa volta, l’assemblea riesca a riunirsi. Solo dopo l’approvazione dei bilanci, potremo avviare una discussione su come salvare il Patto. Al momento si naviga a vista”.

Fonte: Ottopagine

Sei qui: Home News Barone sul Patto Territoriale: «Navighiamo a vista»
Find us on Facebook
Follow Us