Atteso a Beltiglio il reliquario delle lacrime della Madonna

1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 (0 Votes)

beltiglioLe occasioni di reunion all’insegna della riflessione e della spiritualità si presentano con continuità e vigore nella Parrocchia di Beltiglio. Dopo la recente inaugurazione della Chiesa e i festeggiamenti in onore della Madonna del Rosario, patrona di Beltiglio, da domani la comunità religiosa torna a riunirsi, questa volta, intorno al reliquario delle lacrime della Madonna di Siracusa. Don Luigi De Benedictis spiega che «è diventata una mia consuetudine da tre anni a questa parte, inaugurare l’anno pastorale con un evento mariano che sia anche un momento introduttivo alla celebrazione della festa liturgica della Madonna del Rosario».

 

Le reliquie giungeranno a Beltiglio domani, alle ore 17. Ad accoglierle saranno Don Luigi e l’intera comunità che dalla zona sottostante all’ex edificio scolastico, accompagneranno in processione il reliquario, fino alla chiesa parrocchiale. Questi tre giorni dedicati all’adorazione della Madonna saranno «un momento prettamente e fortemente spirituale» calato in un periodo segnato da una crescente «secolarizzazione e desacralizzazione. È un momento di crisi non solo economica, ma morale, sociale ed etica. Il mio invito alla partecipazione vuole essere soprattutto un invito alla riflessione personale e comunitaria circa il sensus fidei e il sensus ecclesiae. La chiesa deve essere un luogo di rifugio per non lasciarsi rubare la speranza». Parole che Don Luigi, non pronuncia a caso. «C’è una forte crisi della famiglia e un diffuso lassismo morale. Il mio incoraggiamento è volto a non perdere la speranza». Una comunità dunque quella che descrive il sacerdote, in forte regresso. Alla domanda sul grado di benessere dei fedeli e conseguentemente sulle richieste di aiuto a lui indirizzate don Luigi ha così risposto «si mi è capitato di ricevere richieste di aiuto. Ma in generale i veri poveri non chiedono. C’è una certa reticenza dovuta al senso del pudore. Quel su cui occorre intervenire è un recupero del senso vero della famiglia». Ecco perché l’adorazione del reliquario della Madonna di Siracusa assume un significato particolare «Maria rappresenta un modello a cui ispirarsi. Bisogna lasciarsi guidare dall’insegnamento della famiglia di Nazareth». Al congedo del reliquario sarà presente anche il cardinale FranC Rodé, già prefetto della congregazione dei religiosi che presiederà la funzione delle 18,30 di sabato, al termine della quale si terrà il concerto “Di Venere Ensamble”. Sua eminenza si fermerà inoltre domenica per la recita della supplica alla Madonna del Rosario. Supplica che si pone come conclusione di tre ”giorni di fede” per i quali don Luigi auspica una partecipazione che sia sentita col cuore.

Fonte: Ottopagine

Sei qui: Home News Atteso a Beltiglio il reliquario delle lacrime della Madonna
Find us on Facebook
Follow Us