Nel Sannio pagati debiti per 14,6 milioni

1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 (0 Votes)

soldiIl monitoraggio sul Salva Imprese: in ritardo Casalduni, Ceppaloni e Paolisi.

Restano tre i comuni sanniti che al 24 settembre - per il ministero dell'Economia e delle Finanze – ancora non hanno sborsato un euro a favore dei rispettivi creditori. O comunque, sempre a leggere le note del Mef, pure se lo hanno fatto, non hanno prodotto alcuna rendicontazione. Si tratta di Casalduni, Ceppaloni e Paolisi. Rispetto al monitoraggio prodotto il 4 settembre scorso dal dicastero di via XX Settembre, dunque, entrano a pieno titolo nella lista dei pagatori i comuni di Campoli del Monte Taburno, Pago Veiano, San Leucio del Sannio, San Lorenzo Maggiore, San Nicola Manfredi, Sant'Agata dei Goti.

 

Parliamo, come avrete capito, dei dati relativi al pagamento dei debiti della PA ai soggetti creditori (persone fisiche e giuridiche) grazie alle risorse sbloccate con il decreto 'Salva Imprese'. Un provvedimento che fino ad ora ha permesso alle amministrazioni sannite di pagare debiti per ben 14,6 milioni di euro. Nel complesso, erano 15,5 i milioni di euro messi a disposizione dal Ministero dell'Economia e delle Finanze per i comuni della provincia beneventana. Ai creditori, dunque, resta da attendere il saldo di neanche un milione di euro, così suddiviso: Casalduni, 312.505 mila euro; Ceppaloni, 377.524 mila euro; Paolisi, 274.771. Pratica chiusa, invece, per gli altri 51 Comuni presi in considerazione dalla Cassa Depositi e Prestiti in sede di riparto delle risorse.

Fonte: Ottopagine

Sei qui: Home News Nel Sannio pagati debiti per 14,6 milioni
Find us on Facebook
Follow Us