Alloggi a canone sostenibile. Una sola impresa in corsa

1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 (0 Votes)

cementoSi appresta ormai alle battute finali  l’iter amministrativo per la realizzazione dei trenta alloggi a canone sostenibile. In seguito all’apertura delle proposte presentate all'Ente sarebbe infatti rimasta  in corsa per l'affidamento dell'appalto soltanto un'impresa. La ditta in questione sarebbe la 'Romano costruzioni' che nel Comune di Ceppaloni sta già provvedendo ad eseguire i lavori di restauro del Castello medioevale.

 

 

Le offerte presentate all'Ente comunale entro il termine stabilito per l'appalto in questione, sarebbero state dunque soltanto due ed una di queste sarebbe esclusa poiché non avrebbe soddisfatto tutti i requisiti di ordine generale, tecnico-organizzativi ed economico-finanziari fissati dal bando per la partecipazione. La commissione di gara, composta dal responsabile dell'Ufficio tecnico e da altri due membri designati nell'ambito universitario, dovrà quindi ora valutare l'unica offerta ed analizzare il piano economico finanziario verificandone la coerenza, la sostenibilità dell'equilibrio economico finanziario e la sussistenza di tutti i requisiti necessari per l'affidamento dell'incarico. Tale progetto comporta un investimento complessivo di 7 milioni 306 mila 135 euro, sarà finanziato in parte dal Ministero dalle Infrastrutture e dalla Regione Campania ed in parte dal Comune di Ceppaloni che come quota di partecipazione, fissata ad oltre 600 mila euro, metterà a disposizione il suolo di circa 2 mila metri quadri in località Donisi. Al finanziamento del rilevante progetto contribuirà poi anche l’impresa che si aggiudicherà la gara a cui carico vi sarà un apporto finanziario di 2 milioni 245 mila 635 euro. I fondi messi a disposizione dal programma di
riqualificazione urbana consentiranno quindi di soddisfare l'esigenza abitativa anche per i ceti meno agiati, con la costruzione di trenta abitazioni che saranno concesse ad un canone agevolato per venticinque anni e con la possibilità di riscatto concessa agli assegnatari al termine del periodo; saranno poi realizzati un museo enologico, la strada di collegamento e le relative opere di urbanizzazione. All'impresa cui sarà affidato l’incarico in virtù dell'apporto finanziario che è tenuta a fornire, sarà liquidato soltanto il 64,55% dell’importo lordo delle prestazioni eseguite, essa dovrà inoltre versare un canone annuo di 20 mila euro. L'impresa comunque per venticinque anni gestirà sia le trenta abitazioni che la struttura museale ed al termine avrà diritto ad un numero di abitazioni fissato a sedici ma che potrebbe variare in sede di gara.

Fonte: Il Sannio Quotidiano 

Sei qui: Home News Alloggi a canone sostenibile. Una sola impresa in corsa
Find us on Facebook
Follow Us