Alto Calore, probabili disagi anche a Ceppaloni

1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 (0 Votes)
Acqua38 comuni dell'Irpinia potranno avere disservizi idrici a partire dalle ore 5 di mercoledì 16 maggio per 24ore. L'Alto Calore, infatti dovrà procedere ai lavori di una nuova condotta adduttrice a Chiusano San Domenico dove avviene la ripartizione dell'acqua che va verso Benevento ed Avellino. A spiegare l'intervento il presidente dell'Acs Franco D'Ercole, il membro del cda Fernando Errico e il direttore Generale Eduardo Di Gennaro. Avellino (cda Cesine- casa circondariale, clinica Villa Ester, Centro Dyalisis), Atripalda (frazioni Cerzele, Novesoldi e Giacchi), Aiello del Sabato, S. Stefano del Sole, Cesinali, S. Michele di Serino (rurale), Forino, Contrada, Chiusano San Domenico, S. Mango sul Calore, Parolise, San Potito, Sorbo Serpico, Salza Irpina, Candida, Manocalzati, Prata, Pratola Serra, Lapio, Montefredane, Grottolella, Capriglia, Altavilla, Venticano, Montefalcione, Montemiletto, Pietradefusi, Torrioni, Chianche, Petruro Irpino, S. Paolina, Torre le Nocelle, Roccabascerana, Pietrastornina (loc. Ciardielli), Montefusco i comuni nel dettaglio. Ma anche 11 comuni del Beneventano: S. Angelo a Cupolo, S. Leucio, Apollosa, Arpaise, Ceppaloni (fraz. Bettiglio e S. Giovanni), S. Giorgio del Sannio, Calvi, San Nazzaro, S. Martino Sannita, S. Nicola Manfredi e San Marco ai Monti.
 
 
 
Proprio per garantire alla zona sannita una maggiore pressione dell'acqua che si effettuerà il lavoro in questione. Un impegno gravoso, che vedrà coinvolti oltre 40 operai. Tutti della società Alto Calore. L'ingegnere ha spiegato nei dettagli: "a Chiusano c'è una condotta vecchia e rinnovando il partitore riusciremo a garantire maggiore pressione all'acqua per raggiungere i comuni del beneventano. Un lavoro delicatissimo, bisogna calibrare bene i vari pezzi che sono stati già messi sotto la lente di ingrandimento delle nostre officine". Per il presidente dell'Alto Calore l'intervento è di primaria importanza. "Sostituire quel pezzo del sistema portante è alla base per alleviare i disagi nel beneventano. A Chiusano dove avviene la ripartizione verrà montato il nuovo deviatore. Grazie ad una buona riserva di acqua nei serbatoi speriamo di limitare i disagi. Un intervento che non era più rinviabile, perchè le popolazioni dovevano sopportare continuamente emergenze". Una notizia che viene accolta con molta soddisfazione dal beneventano Fernando Errico, membro del consiglio di amministrazione che in più di una occasione, da quando si è insediato ha richiesto tale intervento. "il nostro compito è di dare risposte ai cittadini e alleviare le emergenze. Dalle nostre parti più delle volte si assiste a carenza di acqua. La rete ormai obsoleta andava rivista. L'invito è alla collaborazione dei cittadini che saranno necessariamente investiti dall'emergenza che sarà circoscritta nelle 24 ore. Da parte dell'Acs c'è un impegno forte sul beneventano, questo dimostra che nonostante i comuni coinvolti nell'ente siano minori rispetto all'avellinese, le problematiche vengono affrontate allo stesso modo. Colgo l'occasione per fare un appello ai Comuni: di spingere affinchè l'Ato dia seguito all'affidamento al gestore del servizio idrico. Solo così la rete infrastrutturale idrica ormai vecchia potrà essere oggetto di investimenti. Una questione delicata, che deve trovare tutti concordi. Noi paghiamo l'acqua più degli altri, perchè gravano costi di captazione, mentre altre società non devono farla".
 
Fonte: Irpinia news
Sei qui: Home News Alto Calore, probabili disagi anche a Ceppaloni
Find us on Facebook
Follow Us