Casa ai Mastella coi soldi dell’Udeur

1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 (0 Votes)
 
 
 
mastella03GIl pm Francesco Curcio avanza un’altra serie di accuse nei confronti dei coniugi di Ceppaloni: avrebbero acquistato immobili a Roma con i fondi del partito.

Nuovi scenari si aprono nell’ambito del processo Arpac, che vede imputati Clemente Mastella e Sandra Lonardo. Secondo gli atti depositati dal pm Francesco Curcio, i coniugi avrebbero acquistato casa a Roma utilizzando i soldi del loro stesso partito, l’Udeur. L’accusa ha poi depositato anche un’altra serie di atti: intercettazioni, perizie e verbali.

LA SOCIETÀ DEI FIGLI – I denaro sarebbe stato utilizzato da una società facente capo ai due figli dei Mastella. È ciò che emerge dalle intercettazioni depositate da Curcio. Fra i verbali, quello dell’ex parlamentare Tancredi Cimmino, appartenente all’Udeur, sarebbe quello che conferma lo storno dei fondi di partito per l’acquisto delle ville capitoline.

 
 

NIENTE SPOSTAMENTO – L’avvocato difensore dei Mastella, Alfonso Frugale, aveva proposto un’istanza per lo spostamento del processo a Benevento, che è stata però rigettata da gup Eduardo de Gregorio.

Fonte: campaniasuweb.it

Sei qui: Home News Casa ai Mastella coi soldi dell’Udeur
Find us on Facebook
Follow Us