Benevento: Anche tre sanniti coinvolti nella maxi perazione Chernobyl

1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 (0 Votes)
rifiuti tossici a ceppaloni
Pro loco di Ceppaloni, Provincia di Benevento:
I Carabinieri del Noe (Nucleo Operativo Ecologico) di Salerno e Caserta, a seguito di una lunga indagine con oltre 100mila intercettazioni telefoniche, filmati e foto, hanno proceduto ieri all’alba all’esecuzione di 38 fermi (tra cui 3 destinati a beneventani) su richiesta della Procura della Repubblica di Santa Maria Capua Vetere.

L’accusa va dall’associazione per delinquere al disastro ambientale, al traffico di rifiuti speciali e pericolosi alla truffa ai danni di enti pubblici. Stando agli inquirenti, gli accusati avrebbero smaltito fanghi e prodotti negli impianti di depurazione, nonché rifiuti
speciali nei fiumi o in terreni non adatti a riceverli.
Molte le imprese coinvolte tra cui la Fra. Ma. Sas di Ceppaloni. Sono stati fe rmati Amabile Pancione, 28 anni di Benevento che avrebbe reperito i terreni per lo smaltimento, badando anche che le operazioni illegali andassero in porto; Giustino Tranfa, 40 anni, gestore di fatto dell’azienda di Ceppaloni che avrebbe smaltito illecitamente i rifiuti, anche redigendo, secondo gli inquirenti, certificati falsi in merito alle operazioni di smaltimento.
Una posizione più o meno simile anche quella del legale rappresentante della Fra. Ma. Sas Ferdinando Mattioli, 49 anni anch’egli di Ceppaloni. I fermati saranno interrogati nelle prossime ore in attesa che il giudice trasformi o meno i fermi in arresti.
Le accuse contestate sono molto gravi: si parla di un milione di tonnellate di rifiuti smaltite illegalmente, 7,5 milioni di tasse evase per un giro di 50 milioni. Ancor più grave il danno ambientale e quello al comparto agro alimentare campano ipotizzati al punto che l’operazione è stata chiamata Chernobyl. I territori maggiormente colpiti sono quello casertano e quello dell’agro-nocerino-sarnese.
 
 
fonte: il quaderno 
Sei qui: Home News Notizie nazionali Benevento: Anche tre sanniti coinvolti nella maxi perazione Chernobyl
Find us on Facebook
Follow Us