"Quanto avvenuto qualifica un'amministrazione allo sbando"

1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 (0 Votes)

nino rossi"Quanto avvenuto è assurdo e qualifica un' Amministrazione ormai allo sbando. E tutti i contributi che la minoranza tenta di dare per recuperare un minimo di dibattito democratico vengono vanificati da eventi che offendono tutta la comunità cepppalonese". Così il capogruppo della compagine di opposizione, Nino Rossi, commenta la querelle scoppiata durante lo scorso Consiglio comunale nel quale si discuteva degli equilibri di Bilancio. La minoranza in quella occasione ha contestato all' assessore alle Finanze di aver "enunciato dei dati differenti da quelli posti agli atti del Consiglio" .

 

Dall' accusa l'assessore si è poi difeso rispondendo, attraverso le nostre colonne, che "i dati illustrati erano dati più analitici e di dettaglio, ma non diversi da quelli posti agli atti".

 

Ma il gruppo di opposizione 'Unità democratica per il Comune' intende, comunque, illustrare quanto avvenuto in aula consiliare alla cittadinanza ed a tal proposito anticipa che sarà affisso a breve un manifesto pubblico. La minoranza, infatti, sostiene che "gli importi letti dall' assessore al Bilancio in occasione del Consiglio comunale del 28 settembre 2009, nel corso del quale si discuteva della manovra di Salvaguardia degli equilibri di Bilancio, risultassero diversi sia nel dettaglio delle singole voci che in quello totale dalla proposta ufficiale depositata agli atti e sottoscritta dal Ragioniere comunale". E precisamente, il gruppo guidato da Nino Rossi afferma che "mentre l'ufficio ragioneria proponeva una manovra da 2milioni e 988mila euro, l'assessore ne avrebbe proposto un'altra da 2milioni e 600mila euro". Gli stessi, quindi, sostengono di aver rilevato una "differenza di oltre 300mila euro". Ed inoltre, i consiglieri evidenziano che "dinanzi alle rimostranze del gruppo di opposizione, l'assessore ha strappato la sua proposta nonostante gli inviti dello stesso Presidente del Consiglio". Ed alla luce di tali considerazioni il capo gruppo di minoranza, Nino Rossi, afferma: "Gli impegni assunti da questa maggioranza non vengono mantenuti. Ci è stata richiesta più volte collaborazione ed abbiamo dato spesso il nostro contributo, ma intendiamo collaborare nella massima chiarezza dei ruoli poiché siamo stati eletti come opposizione e vogliamo mantener fede al nostro mandato facendo un' opposizione costruttiva. Ciò anche in considerazione della situazione economica disastrosa, avvalorata anche dalla nota illustrata dal Presidente del Consiglio nell'ambito della stessa riunione consiliare. Nota attraverso la quale il Presidente chiedeva una collaborare da parte di tutti per superare la fase di ristrettezza economica e per cercare comunemente gli obiettivi per uscire da questa crisi". Infine, Rossi ribadisce l'intento di "chiedere di inviare alla Procura della Repubblica gli atti inerenti il Consiglio comunale in questione" .

Fonte: Il Sannio Quotidiano

Sei qui: Home News "Quanto avvenuto qualifica un'amministrazione allo sbando"
Find us on Facebook
Follow Us