Barone: «Perché la differenziata è stata interrotta senza avvisare i cittadini?»

1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 (0 Votes)

barone enzo

"Come utente e coordinatore del PdL chiedo ai cittadini di sospendere il pagamento della Tarsu"
Sono numerosi i disservizi segnalati dal coordinatore locale del PdL, Enzo Barone, inerenti la raccolta differenziata svolta sul territorio comunale.
Il dirigente berlusconiano, infatti, in primis denuncia i “disagi registrati dai cittadini a causa della sospensione del servizio, senza alcun preavviso, da circa una settimana. Per cui, si è costretti a dover trattenere in casa i rifiuti per evitare anche ulteriori problemi derivanti dall’arrivo di randagi attirati dai sacchetti che, come di consueto, erano stati depositati dinanzi alle abitazioni visto che sul nostro territorio la raccolta viene effettuata con il metodo ‘porta a porta’. E siamo tra i pochi Comuni sprovvisti di isole ecologiche che in situazioni simili potrebbero contenere l’emergenza”.
 
 
Inoltre, Enzo Barone rileva: “La raccolta differenziata dei rifiuti, nonostante la collaborazione fattiva di tutti i cittadini, non è mai partita sufficientemente poiché il servizio non è mai stato fornito in maniera completa. In quanto, è da oltre un anno che sul territorio non viene ritirato il materiale ‘ingombrante’. Mentre, la tassa sulla raccolta è aumentata a dismisura. Quindi, come utente e coordinatore del PdL chiedo ai cittadini di sospendere il pagamento della Tarsu in arrivo proprio in questi giorni di emergenza, visto che oltre ad essere attualmente sospeso il servizio durante l’anno in parte non viene espletato. Ed a causa del mancato ritiro degli ingombranti ci si ritrova a dover conservare anche materiali inquinanti senza poter far nulla per smaltirli, nonostante di continuo promettono che gli stessi vengano prelevati”.
Una situazione, dunque, rispetto alla quale il coordinatore del Popolo della Libertà afferma: “I cittadini collaborano abbastanza bene e non è possibile concepire un disservizio simile rispetto a quanto paghiamo. La collettività ha il diritto di essere correttamente informata in modo da poter maturare un’opinione basata sui dati di fatto e non sulla disinformazione, e trarne le conseguenze sul piano delle scelte. Scelte che devono necessariamente prendere in considerazione l’efficacia, l’efficenza e l’economicità per rispettare i criteri della sostenibilità e tener conto degli obblighi fissati dalle normative vigenti riguardo agli obiettivi di raccolta differenziata. Inoltre, ritengo che non esiste un controllo da parte dell’Ente nella valutazione dei consumi. Controlli che garantirebbero un’equa distribuzione della spesa ed una diminuzione complessiva per tutti gli utenti. Pertanto, invito il Comune a fare i dovuti accertamenti affinché tutti siano tenuti a pagare il giusto”.
Invece, in merito ai dati provvisori sulla differenziata forniti a livello provinciale in base ai quali Ceppaloni sarebbe tra i Comuni che effettuano oltre il 40% della raccolta differenziata, Enzo Barone commenta: “Evidentemente i dati registrati saranno stati verificati solo sulla quantità del materiale raccolto e non sulla qualità. Poiché quando la raccolta viene svolta con il metodo porta a porta, interrompere anche solo per una settimana il servizio rappresenta una situazione gravissima per la quale un’Amministrazione oculata dovrebbe avvisare immediatamente la cittadinanza, almeno per evitare che lasciando fuori i sacchetti gli stessi attirino animali nei pressi delle abitazioni. In più, non si sa quando e come il servizio riprenderà”. Ed aggiunge: “Sempre in tema ambientale, è da considerare che paghiamo per la depurazione delle acque, ma i depuratori esistenti sul territorio non funzionano tutti”.
In conclusione, alla luce di tali considerazioni il coordinatore del PdL invita l’Amministrazione a “fornire le giuste spiegazioni, anche attraverso un dibattito pubblico, e cercare di dare un contributo per migliorare il servizio a vantaggio dei cittadini”.
 
Fonte: Il Sannio Quotidiano
Sei qui: Home News Barone: «Perché la differenziata è stata interrotta senza avvisare i cittadini?»
Find us on Facebook
Follow Us