Duello tra il Vice Sindaco e il Sindaco

1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 (1 Vote)
Duello tra il Vice Sindaco e il Sindaco 3.0 out of 5 based on 1 votes.

benjaminLuigi Parente, nipote del Luigi che fu vice sindaco nella Giunta Comunale nominata dal Prefetto nel mese di Luglio del 1944, conserva una serie di documenti, alcuni molto vecchi (1820), che riguardano  atti  privati  che attestano  lo status di “Possidente” della famiglia. Interessante risulta, invece,una lettera autografa del nonno che evidenzia in maniera drammatica lo stato dei rapporti tra i componenti della Giunta all’indomani della caduta del fascismo.Di quella prima Giunta comunale  Costanzo Barone era  Sindaco e Luigi Parente ne era il Vice.

 

Tra i primi atti dell’Amministrazione vi fu la delimitazione dei confini intercomunali: atto obbligatorio ai fini del  “Censimento per la Ricostruzione Nazionale”che non pregiudicava i confini giĂ  esistenti, d’altra parte le norme di diritto pubblico allora vigenti non prevedevano affatto la determinazione dei confini all’interno dello Stesso Comune. Però, la Giunta Provinciale teneva presente, nel determinare i consiglieri spettanti a ciascuna frazione, i confini esistenti tra le frazioni.

La questione, facilmente superabile, fu esasperata a tal punto da … far subordinare dai Componenti della Giunta Municipale ogni interesse della collettività amministrata ai motivi particolaristici delle singole frazioni … gli Assessori comunali hanno trascurato tutti i doveri derivanti dalla carica e si sono messi nelle condizioni di non poter più amministrare la civica azienda. (dalla relazione del Commissario Prefettizio del 20 Luglio 1944)

Infatti, l’approvazione dei confini, a maggioranza, comportò il blocco di qualsiasi attività amministrativa: non approvazione del bilancio per l’esercizio in corso (per cui non fu possibile richiedere il contributo integrativo da parte dello Stato, di cui il Comune aveva estremamente bisogno), la mancata ratifica dei Ruoli delle imposte comunali e, soprattutto, la mancata revisione delle liste elettorali sia generali che di sezione.

E’ In questo clima politico, fortemente deteriorato, immagine di vecchie e mai sopite rivalitĂ , che nasce l’idea della sfida a duello  da parte di Luigi Parente.

Riporto  la lettera con la qualeil Vice Sindaco comunicò ad Antonio Lonardo e Angelo Iasiello di essere stati scelti quali padrini  della sfida lanciata al Sindaco:

Ceppaloni,10 Settembre 1944

Signori: Rag.   Antonio Lonardo

 Prof.  Angelo  Iasiello

 

Il sottoscritto Luigi Parente di Fedele nella sua qualità di Vice Sindaco del Comune, nomina vostra Signoria a padrini di una partita d’onore con il Sig. Sindaco di Ceppaloni Geom. Costanzo Barone.

DĂ  ampia facoltĂ  circa la scelta del posto, ora ed altre formalitĂ .

L’arma prescelta è la pistola.

 Con Ossequi e ringraziamenti

Vostro

  Luigi Parente

Questo succedeva quando la politica era passione accesa, (forse, troppa) e l’onore, la dignitĂ   beni da preservare sopra tutto e tutti.

Appena settanta anni e sembra essere svanita sia la passione che la dignitĂ , che, oggi, sono diventate una merce  alla mercĂ© ( mi si perdoni il calembour) del migliore offerente.

Chiaramente la sfida all’ “OK Corral” non avvenne, ma, alcuni mesi dopo, il Sindaco inviò le proprie dimissioni al Prefetto e non partecipò piĂą ai lavori della Giunta sino alle elezioni amministrative  che si tennero nel mese di Ottobre del 1946.

Beniamino Iasiello

Commenti   

 
0 #2 post scriptumCostanzo Di Pietro 2016-09-14 15:33
Naturalmente sarei ben lieto di conoscere Luigi Parente e stringergli la mano, in segno di riappacificazio ne familiare.....
Scusatemi e grazie ancora
Costanzo Di Pietro
Citazione
 
 
0 #1 GrazieCostanzo Di Pietro 2016-09-14 10:39
Non ho mai conosciuto mio nonno Costanzo essendo nato l'anno dopo il suo decesso. Sono molto affezionato a Ceppaloni ed apprendere notizie "insolite" mi stupisce sempre più. Mia madre Teresa mi ha sempre raccontato che gli anni del dopoguerra (se non sbaglio nonno Costanzo fu il primo Sindaco post-guerra) erano tormentati ed addirittura uno sparo arrivò in casa rompendo il vetro di una finestra...Ma del "duello" credo nessuno in famiglia sapesse. Ho capito che il nonno badava molto più ai fatti che alle parole...
Grazie
Costanzo Di Pietro
Citazione
 
Sei qui: Home La rubrica di Benjamin Duello tra il Vice Sindaco e il Sindaco
Find us on Facebook
Follow Us