Je suis Charlie

1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 (0 Votes)

benjaminMichel  Houellebecq  Ă¨ un saggista, uno scrittore, considerato tra i piĂą importanti autori contemporanei francesi, basti ricordare“ Le Particelle elementari – La possibilitĂ  di un’isola”.

Alcuni giorni prima che la Francia  venisse colpita da uno dei piĂą gravi attentati terroristici dell’ultimo trentennio, giĂ  si discuteva animatamente dell’ ultimo romanzo uscito in Francia il 7 Gennaio, lo stesso giorno in cui si è scatenata la violenza terroristica da parte di ali estremiste mussulmane. “ Sottomissione”  (traduzione letterale di “Islam), è il titolo di questo romanzo laddove l’autore immagina che, in Francia, nel 2022, un centro destra ed un centro sinistra oramai, privi di forze e di idee, lascino spazio, per l’elezione del Presidente della Repubblica alla destra di Marina Le Pen che però viene sconfitta dal candidato moderato dei  â€śFratelli Mussulmani”, Mohamedd Ben Abbes. L’autore ritiene che l’Occidente sfibrato da secoli di razionalitĂ  e di illuminismo “si arrenda dolcemente” senza opporre grande resistenza all’Islam. 

 

Il dibattito è stato molto acceso e M. Houellebecq  ha ricevuto parecchie recensioni positive da parte di intellettuali che ritengono che l’Europa sia diventato un “Continente Morto” che volontariamente si consegnerĂ    all’Islam come ha giĂ  fatto con il “Mercato”. Il Protagonista del romanzo, Francois,  Ă¨ un professore universitario di 44 anni. La previsione dell’autore è che in Europa l’ordine sociale è cambiato: gli uomini possono avere piĂą mogli, la disoccupazione scompare perchĂ© le donne restano in casa  ad accudire la famiglia,  e  la religione del futuro sarĂ  quella dell’Islam … perchĂ© la filosofia prodotta dal secolo dei lumi non ha piĂą senso per nessuno. E perchĂ© il protagonista, pur sforzandosi, non riesce a convertirsi al Cristianesimo.

Oggi siamo tutti “ CHARLIE”. Come si fa a non esserlo, oggi. Ma domani? Quali sono le risposte che l’Europa  sta  approntando? Rispetto all’immigrazione che, come giustamente afferma Ernesto Galli Della Loggia,   Ă¨ considerato il “cavallo di Troia” attraverso il quale l’Islam vorrebbe dominare e colonizzare l’Occidente.  Non ci si può fermare solo e soltanto a dare segnali imponenti, certamente importanti, ma che da soli , credo, non servano a molto.  

Escludere, poi,  il 25% del popolo francese che ha votato Marina Le Pen non è un buon viatico per l’Europa. Errore grave quello di impedire a“ Le front National” di partecipare alla grande manifestazione contro il terrorismo; in tal modo i partiti si sono arrogati il diritto di stabilire chi è bravo e chi è cattivo, hanno mostrato insofferenza, indisponibilitĂ , intolleranza verso chi la pensa diversamente da loro.

 D’altra parte, il 25% dei Francesi ha votato liberamente Il “ Front Natiional” e la manifestazione parigina era una “marche Republicaine”, una marcia che ha visto scendere in piazza due milioni di persone e cinquanta capi di governo stranieri. Mentre, l’arroganza della politica, soprattutto a sinistra, ha vietato, a  chi  è stata candidata alle elezioni presidenziali francesi, di parteciparvi perchĂ© non desiderata! 

La politica, ancora una volta ha mostrato di essere elemento di divisione, ha evidenziato  una certa ottusitĂ  nella comprensione delle reali dinamiche sottese alle grandi trasformazioni che stanno sconvolgendo gli assetti internazionali( i politici, purtroppo, capiscono sempre dopo!!!).  Speriamo di non dover mai piĂą dire “Je suis Charlie” e l’Occidente sappia trovare risposte unitarie e certe in nome della libertĂ  e della sicurezza di tutti. Tale da essere  “Sottomisione"  un puro divertissement e non l’orizzonte, anche se molto lontano,  possibile.

Beniamino Iasiello   

Commenti   

 
0 #1 Front Nationaleziomarty 2015-01-15 07:27
Come sempre, i miei piĂą sentiti complimenti per l'aticolo in questione. Concordo pienamente con Lei sulla scelta SBAGLIATA, di non permettere alla sig.ra Le Pen la partecipazione alla manifestazione parigina.
Credo, e qui vorrei un Suo commento, che questo tipo di iniziativa politica possa "giustamente far fiorire" idee più bellicose e pericolose nei "ranghi" di alcune forze popolari già presenti in diversi paesi europei (ndr Alba Dorata). E' comunque vero che con la fallimentare operazione "Mare Nostrum" si è dimostrato che, come ha giustamente detto l'On Salvini, non abbiamo la percezione di chi "ospitiamo".... .
Un caloroso abbraccio Eziomarty
Citazione
 
Sei qui: Home La rubrica di Benjamin Je suis Charlie
Find us on Facebook
Follow Us