Saperi e sapori

1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 (0 Votes)

benjaminDal 12 al 14 Settembre si è tenuto a Modena il XIII Festival della filosofia che ha avuto come centro di riflessione la “Gloria”. Vi sono stati, complessivamente, 200 appuntamenti gratuiti tra lezioni, mostre, spettacoli, letture, laboratori per bambini e cene filosofiche. Il festival, oltre che a Modena, si tiene anche a Carpi e Sassuolo. Oltre cinquanta lezioni magistrali tenute da filosofi, sociologi, letterati come Remo Bodei, Michela Marzano, Emanuele Severino, Umberto Galimberti, Chiara Saraceno, Marc Augè, Zigmunt Bauman, Javier GomĂ , Alessandro Baricco e tanti altri. Personalmente ho assistito, nella giornata conclusiva, a due lezioni magistrali tenute da Remo Bodei e Javier GomĂ  nella “Piazza Grande” di Modena stipata in ogni ordine di posto.  

 

Il professore Bodei ha svolto la sua lezione magistrale affrontando una delle opere filosofiche piĂą difficili, ma affascinante, della storia della filosofia: la “Fenomenologia dello Spirito” del filosofo tedesco G.W.F. Hegel. In particolare, ha preso in esame una delle “figure storiche” piĂą interessanti e sempre di grande attualitĂ :  il rapporto tra “ Signoria e Servitù”,  cioè di come il Signore si sia realizzato come tale,  di come il servo sia diventato servo e di come questo rapporto sia destinato a mettere capo ad una paradossale inversione di ruoli per cui il signore diviene servo del servo e il servo signore del signore. 

Conoscevo giĂ  il professore Remo Bodei attraverso la lettura dei suoi libri, mentre una vera rivelazione è stato il professore Javier GomĂ , filosofo spagnolo che ha svolto in maniera splendida una lezione sulla : “EsemplaritĂ  e immagine della nostra vita”, dove attraverso il mito di Achille  conclude che il vero eroe non è l’io eccentrico, ma ogni uomo che nasce, lavora, si fa una casa e muore risultando utile alla comunitĂ , a far risplendere la gloria del mito.

 L’esemplaritĂ  di una vita non è rappresentata dall’ideale aristocratico che ha dominato per millenni, bensì da quello egualitario perchĂ© solo la normalitĂ  della vita quotidiana rende l’uomo eroico ed esemplare … tutti noi, uomini e donne, abbandoniamo come Achille il gineceo(luogo della casa dove, nell’antica Atene, si svolgeva la vita della donna e dove il piè veloce Achille fu scoperto dall’astuto Ulisse ) della nostra adolescenza e ci imbarchiamo  con gli altri eroi in direzione di Troia, dove moriremo nella lotta per guadagnarci un nome, quello della nostra individualitĂ  personale …questa traversata di mare simboleggia l’impresa   comune a tutti i mortali di apprendere la nostra condizione mortale. La morte è la misura  dell’esemplaritĂ  della vita di ognuno di noi.

La sera, a Langhirano, patria del prosciutto, ho ascoltato un concerto di Goran Bregovic che con  la  “Band dei matrimoni e dei funerali” hanno dato luogo ad uno spettacolo formidabile  dove si fonde   punk, folk balcano, musica tzigana e la grande tradizione mitteleuropea. Ma la vera forza trainante sono gli ”ottoni sconclusionati che si ritrovano in sintonia col quartetto d’archi … come si fa? Non lo so, dice Bregovic, ma quello è il bello”. Un concerto, dovesse capitare dalle nostre parti, assolutamente da non perdere.

Ho terminato il mio tour canoro culturale il 2 Ottobre a Benevento dove il filosofo Massimo Caccciari, per l’inizio dell’anno accademico presso l’UniversitĂ  Telematica “ G. Fortunato, ha tenuto una lezione magistrale che ha avuto per oggetto la “ Democrazia”. Su cui tutti dovremmo  riflettere maggiormente se non altro per intendere che essa non coincide mai con l’interesse  particolare, ma sempre col bene comune.

Qualche menĂą filosofico, come via antropocentrica alla gloria, che era possibile gustare nei locali delle  tre sedi in cui si svolgeva il festival:                                    

Principi di gloria:

Lasagne al forno

Tortellini di ricotta con le biete

Pasticcio di tortellini in crosta

Riso con le verze

Torta di tagliatelle

2)Gloria mundi:

Tortellini in brodo – Bollito misto

Saba, salsa verde e mostarde locali

Cipolline in agro dolce

Zuppa inglese

2)Gloria volatile:

Maccheroni al pettine con ragĂą di anatra

Piccioni in casseruola

Radicchio verde con aceto balsamico tradizionale di Modena

Crostata della nonna con prugne e mele cotogne

Gloria liquida:

Alici e pesciolini marinati/ frittelle di baccalĂ 

Risotto al baccalĂ 

Anguille in umido con le verze

Fragole all’aceto balsamico tradizionale di Modena

Buon appetito! 

Beniamino Iasiello   

Sei qui: Home La rubrica di Benjamin Saperi e sapori
Find us on Facebook
Follow Us