Delibere del Decurionato di Ceppaloni 1849 - 1856

1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 (0 Votes)

benjaminRitenendo che sia giusto condividere ciò che riguarda la vita del nostro  Comune, metto on- line le delibere del Decurionato di Ceppaloni relative al periodo 1849 – 1856. In effetti, tranne poche che riguardano l’anno 1849 e l’anno 1854( dal 1850 alla fine del 1854 non è riportata nessuna delibera nel Registro delle Deliberazioni) le delibere appartengono tutte al biennio 1855 – 1856.

 

 

 

1849

1)La delibera dell’ 8 Ottobre 1849 riguarda un ricorso mosso da un certo Nicola Gugliemo … si duole per essere stato troppo tassato pel ruolo transattivo del prossimo anno. Su tale richiesta e considerazione il Decurionato all’unanimitĂ  di voto… bonificarsi al detto Guglielmo… carlini  dieci  dai carlini quindici mediante l’approvazione del sig. Intendente.

 

1854

2) La delibera del 29 Ottobre 1854 determina l’accomodo, per la somma di Ducati sedici e grana sessantacinque, di otto fucili per gli addetti al corpo di guardia di Chianche (Beltiglio) in pessimo stato esistenti.

3)

Il 1° Novembre del 1854, essendo morto l’esattore fondiario sig. Antonio Martini, il Decurionato delibera di nominare esattore fondiario, fino alla nomina del nuovo, il decurione Egidio Polcari

4) Il 20 Dicembre del 1854, non essendo stato possibile appaltare il dazio sul vino .. considerando che l’unico mezzo per avere la somma progettata nello stato discusso e quello di variazione è quello di divenire ad un ruolo a transazione... onde sopportare gli esiti per l’anno 1854. Sempre il 20 Dicembre, il Decurionato propose per la scelta del deputato, nome non comprensibile, in sostituzione di Sebastiano Mernone, la seguente terna: 1) Giuseppe Iasiello per il Comune-corpo, 2) Nicola Lizza per S. Giovanni, 3) Pellegrino Testa pel Villaggio Chianche.

 

 

1855

5) Il 3 Marzo, il Decurionato … delibera ducati 4 per perizia effettuata da Antonio Furno di S. Leucio per accomodi da farsi all’orologio del Comune

 

6) Il giorno 16 Febbraio, dovendosi nominare il novello esattore fondiario per il solo 1855, il Decurionato…  ha scelto nel proprio seno di questo collegio un Decurione fornito di tutte le qualitĂ  volute dalla legge e propriamente la persona del Decurione sig. Nunzio Barone per tutto questo corrente anno 1855.

7)  Il 4 Marzo del 1855 … visto un atto della commissione di salute di questo Comune con cui si stabilisce Ducati due e grana 50 di gratificazione a Sebastiano Mernone per servizi prestati.

8) Il 19 Marzo il Decurionato è chiamato a verificare, dall’Intendenza, i ricevi (ricevute di vecchi contenziosi) presentati a discarico dai Sindaci Sellitti e Parenti che affermano di avere … presso di loro i ricevi di quelli anni a cui l’ànno pagati, e che dicono si rettificassero i conti da essi resi presso il Consiglio d’Intendenza.

9) Il 25 Marzo, invece, relativamente al Cassiere Antonio Parente, che ha un contenzioso con l’Intendenza, per somme che non risultano chiare, il Decurionato afferma che … considerando che la richiesta rettifica riguardando epoca remota non puossi scrupolosamente eseguire dall’attuale Decurionato perchĂ© non può sapere con certezza, se cotali individui esistettero veramente in allora e se il Cassiere in esercizio abbia potuto esiggere anche di erronea paternitĂ . Si trattava di un elenco di nominativi di coloro che dovevano pagare le tasse, per i quali, nel notamento, risultava la paternitĂ  errata e quindi, forse, soggetti interessati non avevano voluto pagare il dovuto.

10)  Il 1°Aprile, il Decurionato … per sopperire alla mancanza di grana 21 e grana 80 trovati di meno nella subasta a fronte della cifra piazzata nello stato; considerando che il Comune non ha per ora fondi da disporre a favore di tale mancanza: Delibera attendersi la formazione del ruolo a transazione sul quale potrĂ  aumentarsi la suddetta somma di Ducati ventuno e grana 80.

11) Il quindici Aprile deliberò di rinviare la costruzione di una traversa (forse si tratta della strada Ceppaloni-S. Giovanni) importante perchĂ© non bastano i soldi a disposizione. Bisogna attendere le entrate del mese di Ottobre quando sarĂ  possibile iniziare i lavori.

12)  Il giorno 4 Maggio delibera la nomina della Commissione Amministrativa locale e … propone per i componenti della prima terna: 1) D. Giuseppe Sellitti di GioBattista di Ceppaloni,2)Antonio Parente fu Gennaro, 3) Pasquale Maio fu Cosmo - Per la seconda terna dell’altro componente: 1) Pasquale Mele di Don Domenico, 2) Gennaro Parente fu Gaetano, 3) Pietro Rossi di Antonio Per la terza. 1) Don Giustino Mele di Don Andrea, 2) Don Nicola Bosco di Cosmo, 3) Aniello Catalano fu Nicola.

13)  Nel mese di Giugno, senza data, il Decurionato delibera… che per occorrere al bisogno dell’Amministrazione Comunale si continui la privativa della panatica, macello, posto di vino, e maccaroni per altri tre anni.

14)  La delibera del 9 Settembre è certamente una integrazione che riguarda sia la lista degli eligibili che dei venditori privilegiati Questi sono i nominativi che vengono inviati all’Intendente: Giuseppe Iasiello, Paolo Lizza, Ciriaco Parente, Sebastiano Mernone, Saverio Rossi, Giuseppe Fiorillo, Angelo Catalano, Antonio Iasiello.

Sempre nello stesso giorno venne accolto il ricorso di Pasquale Simeone che, erroneamente, era stato tassato per il doppio di quello che doveva (35 ducati). Ancora viene chiesto dal Sindaco l’autorizzazione a mettere i mezzi coattivi al Cassiere perché venga dato ai PP Domenicani di Benevento quello che è a loro è dovuto.

Infine su richiesta dell’Intendente, il Decurionato inviò … la lista degli eligibili e dei venditori privilegiati  per il 1856,  Giuseppe Iasiello, Paolo Lizza, Ciriaco Porcaro, Sebastiano Mernone, Saverio Rossi fu Antonio, Giuseppe Fiorillo… dico meglio… Rosa di Matteo, Saverio Catalano di Angelo, Antonio Iasiello di Matteo.

 

15)  Il 6 Novembre 1855, ricorso per il ruolo a transazione da parte di Giovanni Lizza al quale fu riconosciuto lo stato di disagio per il 1853 ma venne portato alla nona classe per il 1855 e paga 90 grana.

16)  Il 21 Novembre 1855, terne proposte per la scelta del predicatore per la prossima quaresima: pel Comune sono: 1) Padre Francesco di Salerno cappuccino nel convento di Campagna 2) Padre. Bonaventura di Altavilla 3) Padre Giuseppe di Ceppaloni.

Pel Villaggio di S. Giovanni: Padre Tommaso  di Ceppaloni Guardiano di riformati 2) Don Pellegrino Bosco, prete di Ceppaloni 3) Don Paolo Lizza anche prete. Pel Villaggio Chianche: Padre GiovanBattista di Calbordino de’ minori riformati 2) Don Emilio Mele sacerdote di Ceppaloni 3) Don Giovanni Catalano.

 Inoltre il Decurionato discusse … sul riparo da farsi ad una frana data al disotto della contrada Casa Parenti che giĂ  era stata riparata 24 anni prima dai muratori Tranfa Gioacchino e Antonio Parente fu Onofrio con i quali il Comune sta in causa.

Inoltre, venne concessa a Domenico Polcari, figlio dell’ex e del fu cassiere del Comune, una dilazione fino al 25 Luglio del 1856 per la somma di 21 ducati.

17) Il 25 Novembre, Per lavori eseguiti alla Chiesa del Villaggio di Ceppaloni si delibera di ridurre la somma di 25 ducati e grana 20, considerando che la perizia è informe, non essendo nĂ© ordinata nĂ© redatta da persone riconosciute legalmente e quindi alterata.

18) Il 25 Novembre, si delibera rimpiazzi di Urbani guardie. In rimpiazzo di Nicola Cataudo fu Ignazio delle Chianche propone Giosuè Martino fu Michele, ed in rimpiazzo di Domenico Catalano fu Matteo anche delle Chianche propone Egidio Polcari di Domenico agrimensore.

E  â€¦ Delibera che in rimpiazzo di Pellegrino Parente, il quale è stato depennato del ruolo della guardia Urbana, si rimpiazzi con il sig. Nicola Parente di Antonio al quale vi concorrono le qualitĂ  volute dalla legge.

19) Il Sedici Dicembre 1855 si delibera che Don Giovanni Lizza è autorizzato ad aprire Bottega di Farmacia nel Villaggio S. Giovanni.

 

1856

20) Il Sedici Gennaio 1856: proposta terna per l’esattore: Don Andrea Mele, Domenico Catalano, Don Antonio Martino.

 

21) Il 7 Febbraio: 25 ducati per la Chiesa di S. Giovanni da prelevarsi dalle reste che debbono gli eredi di Carmine Porcaro provenienti da significatorie.

Ancora del 7 Febbraio è la delibera che riguarda l’accomodo di questa Chiesa matrice( Ceppaloni) visto un foglio del 2 Dicembre, ed in quale in vista della perizia elevata per l’Architetto Bianciardi, si faceva ammontare la somma degli accomodi a ducati 60 e grana 87.Una tal somma approvata da Decurionato si diceva che si prelevava dagli avvanzi di cassa del 1850 e 1852 e propriamente dalla somma riscossa per mezzo dell’usciere Lucenti.

22) Il 14 Febbraio … aumentarsi il ruolo a transazione pel dazio sul vino onde proporzionarsi gli esiti del corrente anno 1856.

23) Il 7 Marzo, il Decurionato, a Francesco Antonio Mignone che aveva fatto ricorso contro l’Amministrazione per aver inserito  in lista di leva il figlio Domenico, rispose che … nonostante battezzato in S. Leucio di Benevento… è nato e domiciliato in questo Comune di Ceppaloni… che Domenico Mignone faccia parte della presente leva e…. per il suo destino.

24) Il tredici Marzo … che si scelga a macellaio del paese corpo( Ceppaloni) un cotal Francesco Porcaro… grana dieci a rotolo.

25) Il 30 Marzo: l’Intendente, non essendo stati versati ducati 208 e grana 80, inviò  un commissario ed un gendarme che consegnarono al Sindaco un rapporto dal quale si evinceva che la somma era stata messa a carico del Sindaco e del Decurionato  che si discolparono... considerando che il Barone  funzionante da Esattore è obbligato verso la Ricevitoria generale di eseguire regolarmente i versamenti fino al giorno della consegna del ruolo e passaggio di cassa... il detto Barone dimandato di verificare l’introito e l’esito… e chiamato un questa casa comunale si è sempre negato, Delibera che il Sindaco unito a due decurioni si porti dal Sig. Intendente e sottometta alla di lui bontĂ  quanto sopra, per chiedere come deve contenersi contro di esso Barone per la obbliganza a cui è tenuto.

26) Il 2 Aprile, sempre relativamente al Commissario e al “piantone” (gendarme) … visto che per togliersi le molestie di un commissario e di un piantone mandato dal Ricevitore Generale a  carico del Sindaco e del Decurionato onde appianare l’arretrato del passato funzionario ed Esattore Fondiario sig. Nunzio Barone, questo Sindaco Ă  pagato tanto detto arretrato che le spese del Commissario e piantone i Ducati cinque e grana novantasei… Delibera concedersi al Sindaco la facoltĂ  di agire in nome del Decurionato presso le autoritĂ  competenti affinchĂ© sia rivaluto de’ denari pagati per sola mancanza del Decurione Nunzio Barone, ritenendo per rato e ermo tutto ciò che da esso Sindaco sarĂ  praticato all’oggetto.

27) Il giorno 3 Aprile venne deliberata la terna, su sollecito dell’Intendente, per la nomina del Cassiere  in surroga a Domenico Lizza… Visto lo stato degli eligibili di inviare la seguente proposta. 1) Pellegrino Penna fu Michelangerlo, 2) Pietro Russo di Antonio, 3) Giuseppe Francione fu Vincenzo.

 Sempre il giorno 3 Aprile venne deliberata una spesa per … l’accomodo alla fontana di quel Casa le che è di precisa necessitĂ . Considerato che gli accomodi sopradetti sono necessari e che per gli accomodi alla fontana si è piazzato un apposito articolo sullo Stato discusso e di variazione- Considerando che la fontana del casale Barba va nel numero delle fontane di questo Comune, delibera ducati cinque e grana venti agli accomodi della fontana del Casale Barba.

28) Il 10 Aprile, rilievi … effettuati dal Sovrintendente al Cancelliere Archiviario del Comune: 1) di poca esattezza nel disbrigo degli affari 2) Di eccesso nella riscossione dei diritti di riconciliazione 3) Di eccesso… ne’ diritti…  Il Decurionato difese il Cancelliere Archiviario che svolgeva la sua funzione dal 1821... senza che si abbia a rilevare mancanza di sorte sulla sua condotta… Delibera che per le descritte considerazioni poggiate su fatti precisi, il cancelliere di Ceppaloni debba dichiararsi immune de’prenotati carichi addestategli.

 Ancora si delibera … introitato dai fitti comunali, così come era stato predisposto nello Stato Discusso quinquennale, la somma di ducati 226, ma di ducati 131… visto che per appianare una tale deficienza e non aggravare il Comune il quale non Ă  mezzi ed altri fondi disponibili, si può supplire coi ducati 60 addetti al Maestro e Maestra pubblica, che qui non Ă n luogo per essere il Comune composto di piĂą casali situati a notabile distanza l’uno dall’altro. E che pe’ rimanenti Ducati 34.90 si possono prelevare dalla significa del 1852 addebitata all’ex Cassiere Francesco Porcaro, significa che è liquida (cioè disponibile).

29) 22 Maggio: si delibera … per pagarsi il fitto in ducati 3 a Don Pasquale Mele per la casa ad uso di Corpo di Guardia nel villaggio Chianche di Ceppaloni giusto l’art. 46 dello stato discusso.…

30) Il 1° Giugno …  delibera che il Comune di Ceppaloni non può documentare il patronato sulla chiesa di S. Giovanni. Ma che in forza del concordato del 1819 debba provvedere alle necessitĂ  di essa, coma Ă  praticato per l’addietro. E che si è preteso sempre che tale chiesa sia fidiale.

31) Il 15 Giugno, al ricorso presentato da Domenico Di Blasio che aveva chiesto … la esenzione del figlio Nicola Lonardo requisito di leva... Delibera che Domenico Di Blasio non ha bisogno di sostentarsi del figlio Nicola Lonardo perchĂ© può fidare sul secondo figlio Vincenzo di anni diciotto che può ed Ă  di che sostentare la madre e per questi motivi non può ammettersi la esenzione di Nicola Lonardo a far parte della presente leva.

Sempre il 15 giugno,  su richiesta dell’Intendente di versare la somma dovuta al monastero dei frati cappuccini di Avellino … volendo il Decurionato starsi il favorevole avviso del Sig. Intendente per quel Monistero, Considerato che dall’articolo improvisto non può prelevare somma veruna... delibera che siano dati al Guardiano del Monistero de’ Cappuccini di Avellino ducati tre per la chiesta sovvenzioni. E che una tal somma sia prelevata dai ducati 17.40 che l’ex Cassiere Antonio Parente restò debitore al Comune.

32) Il 18 Giugno … circa le munizioni alla Guardia Urbana e l’acquisto degli stemmi regali e di ritratti degli augusti sovrani… Considerato che non bisogna gravare il Comune al di lĂ  del bisogno… gli individui che compongono la Guardia urbana possono ben sostenere la spesa di cartucce. Considerato che questo corpo di Guardia Ă  attualmente gli stemmi Reali nonchĂ© le statuette rappresentanti il re e la Regina, delibera che la dimanda del Capo urbano non può ritenersi da questo decurionato.

33) Il 6 Agosto …  delibera urgente bisogno per una fontana nel Comune per la quale vengono stabiliti 39 ducati e grani 90. Una ulteriore delibera chiarisce che il Comune ha difficoltĂ  di carattere economico per cui... Considerando essere inutili le cure del Sindaco nel risparmio annuale, se poi debbono essere usurpate dai Cassieri… per non dare così occasione a publico furto prega il sig. Intendente a richiamare l’attenzione fra di tali debitori.

34) Il 14 Agosto: venne respinta la richiesta di Pasquale Pepicelli fu Cristofaro per ottenere l’esenzione dalla leva, in quanto  â€¦  non trova fondamento la domanda.

35) Il 15 Ottobre sulla proposta della terna a predicatore quaresimale … su di che il decurionato ponderate le qualitĂ  politiche, morali e religiose de’ sottoscritti individui, propone i seguenti individui: 1) PP Giuseppe di S. Leucio Minor Riformato 2) PP Michelangelo di Montorsi, Minor Riformato, PP Giuseppe di Buonalbergo, Minor Riformato.

 

       Delibere del Decurionato di Ceppaloni ritrovate presso l’Archivio di Stato di Avellino                                                     

 

1) Interessante è la lettera che l’Amministrazione Generale dei Dazi Indiretti inviò, il 17 Giugno del 1837, all’Intendente del Principato Ultra per conoscere quanti abitanti vi erano nei Villaggi Chianche e Testi… dappoichè io li supongo di tanta considerazione che neanche il tempo dell’appalto parziale con i ricevitori. In effetti, sia il villaggio di Chianche che di Testi avevano chiesto l’apertura di due botteghini privilegiati( vendita del sale), ma il direttore riteneva che il numero degli abitanti dei due Villaggi non permetteva di dare l’assenso perchĂ©, come chiarirĂ   il 2° eletto, decurione Saverio  Donisi… vengo rispettosamente ad umiliare, che i Villaggi in parola ascendono al numero di 214 abitanti cioè a Chianche e numero 68 a Testi.  

2) Delibera del 19 Luglio del 1838 inviata all’Intendente… E’ necessario aprire pel bene di questo Comune, e propriamente nel Casale di S. Giovanni aprirsi un nuovo potechino per la vendita di generi di privativa, per essere la Comune medesima dispersa in piĂą Villaggi; e la popolazione è di circa 3.000 anime; che per tale mestiere si propone la persona del sig. Paolo Lizza fu Nicola a cui vi concorrono tutte le qualitĂ  richieste dalla legge.

3) Il 28 Marzo 1856 venne fatta richiesta per l’apertura di una macelleria … visto una domanda di Francesco Porcaro di servire il pubblico in qualitĂ  di Macellaio per l’anno 1856: vendendo carna d’agnello e castrato anniero a grana dieci al Rotolo per tutto il corrente anno e assoggettarsi quindi alle condizioni in vigore. Visto che ognuno… ha licitato all’accensione della candela, visto la... del pubblico che reclama a comodo un macellaio; Considerando che Francesco Porcaro è persone idonea a cotal mestiere il Decurionato delibera che si scelga a macellaio del un cotal Francesco Porcaro… grana dieci al rotolo.

4) 13 Aprile 1860:  Carmine Lizza di S. Giovanni, inviò all’Intendente di Avellino il seguente esposto … Carmine Lizza esprime che solo di dare comodo alle preghiere della popolazione di detto Villaggio, che languisce senza che avesse potuto smaldirle di un grano di commestibile qualunque, tardivamente si fece addimandare per la vendita di maccaroni, vino e generi di bottega lorda. Fatte la debite licitazioni anno rimasto aggiudicati li detti cespiti. L’Amministrazione Comunale pretende formare tre obblighi il cui costo ascente a ducati 7 e 50. Vuole il pagamento per tre cespiti. E’ stato fatto per comodo degli abitanti. Si prega disporre in brevetto essendo il pagamento offerto per soli 32 carlini oppure formare una sola subasta.

5) La delibera del 15 Aprile del 1860  riguarda una subasta per l’affitto dell’appalto del dazio sul vino … gridato dal banditore per piĂą volte, scorso il termine legittimo estinta la Candela  non si è presentato alcuno a licitare. Di tutto ciò noi abbiamo formato il presente verbale sottoscritto da noi, Cancelliere e primo eletto.

6) Il primo sindaco del Regno d’Italia, Giuseppe Parenti, scrisse, 23 Novembre 1860, al Governatore di Avellino… qui è invalsa l’opinione popolare che per effetto della novella politica, il dazio della gabella veniva abolito e quindi l’operazione di essa viene alquanto stentata per lo che il Cassiere abbisogna di una discreta dilazione per dar luogo al pagamento.

La risposta fu immediata, 2 Dicembre 1860 … si è detto al Sindaco che i balzelli comunali in ogni epoca si debbono pagare, anzi ora più che mai.

7) Senza Data

è un verbale di sequestro ai danni di Berardino Galasso da parte del Comune che procedette al pignoramento, per la somma di grana novanta che non aveva pagata, con la presenza di due testimoni; Ferdinando Iasiello e Giuseppe Bosco… ho girato tutti i fondi del domicilio dell’enunciato debitore Galasso Berardino e fatte le piĂą diligenti ricerche e ho rinvenuto una bica(mucchio di covoni) di grano della quantitĂ  di tomoli 6 che si Ă  ritenuto in consegna volontaria Raffaele Sabatini fu Michele per evitare le spese del trasporto a beneficio del debitore, e, ed esibirlo ad ogni richiesta.

Beniamino Iasiello 

Sei qui: Home La rubrica di Benjamin Delibere del Decurionato di Ceppaloni 1849 - 1856
Find us on Facebook
Follow Us