Una Storia da Dimenticare

1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 (4 Votes)
Una Storia da Dimenticare 4.0 out of 5 based on 4 votes.

benjaminPassando, qualche settimana fa, davanti all’ex convento di S. Felice ( ex Carcere), Viale Atlantici, sono stato attratto da una locandina su cui era riprodotta una foto di Ceppaloni. Mi sono avvicinato per osservare meglio e per rendermi conto di cosa significasse,  con piacere e stupore ho letto che si trattava di una mostra, dal titolo “Racconto Beneventano”, dove erano state esposte 14 incisioni dell’artista americano Robert Carroll. La mostra, leggevo,  era stata patrocinata dal Comune di Ceppaloni  e organizzata  dal Centro Operativo di Benevento della Soprintendenza per i  Beni Architettonici di Caserta e Benevento, di cui è responsabile il dott. Giovanni Parente. Un nostro concittadino che,nella brochure, tra l’altro ha avuto belle parole per l’apporto dato dal nostro Comune …  

 

Il ringraziamento doveroso e sentito alla civica amministrazione di Ceppaloni e al Sindaco Claudio Cataudo che con grande mecenatismo e generositĂ  ha contribuito in modo fattivo alla realizzazione dell’evento mirato alla conoscenza e alla valorizzazione del patrimonio sannita. Con grande piacere, come dicevo, per la sensibilitĂ   che i nostri amministratori  avevano mostrato nei confronti di una mostra che, in fondo,  coinvolgeva il nostro paese solo marginalmente; con stupore, e anche con rinnovata amarezza, perchĂ©, in occasione della presentazione del mio libro “ Il Comune di Ceppaloni nel Regno delle due Sicilie”, avvenuto il 29 giugno c.a., anche io avevo  chiesto  un contributo al Comune, ma  la mia richiesta (prot. n.1114: Oggetto: richiesta Contributo), però, non aveva trovato la stessa benevola accoglienza, anche se il Sindaco, piĂą volte, aveva sempre affermato che avrebbe deliberato positivamente, in Giunta Comunale, appena sarebbe rientrata la segretaria.

A metĂ  maggio, avendo stabilito la data di presentazione del libro, ritornai  dal  sindaco, per chiedere, visto che il contributo ancora non era stato deliberato, se potevo inserire il Comune di Ceppaloni tra gli sponsor della manifestazione :  â€ścertamente,  rispose, perchĂ© il contributo deve solo essere disposto”; inoltre, dovendo approntare la locandina,  chiesi, anche, se  i suoi  impegni gli permettevano di essere presente alla presentazione il 29 Giugno per dare i saluti ai cittadini e ai relatori presenti : “senz’altro”,  fu la risposta. L’ultima volta che l’ho incontrato  è stato il 27 giugno ( due giorni prima della manifestazione), in occasione della festa organizzata dall’Istituto Comprensivo “G. Mazzini” di Ceppaloni per i docenti pensionandi. Essendo mia moglie una di questi, ero presente all’avvenimento e perciò ne approfittai  per dirgli “ Claudio, così si chiama i sindaco, allora ci vediamo  dopodomani alle 17,30, inoltre, feci presente che,in caso di

 pioggia, sarebbe stato necessario trasferire la manifestazione dal chiostro di S. Antonio ( luogo all’aperto) all’interno dell’aula consiliare. Tutto bene. Soltanto che da quel momento ho perso le “tracce” del Sindaco. Sabato pomeriggio, 29 giugno, come le previsioni meteorologiche segnalavano giĂ  da giorni, pioveva: il sindaco non si presentò (nemmeno inviò un suo delegato) non solo, ma non avvertì nĂ© il sottoscritto nĂ© l’Associazione che aveva organizzato l’ evento che fu costretta a trovare un ripiego per permettere che la stessa non venisse annullata, perchĂ© l’ufficio della polizia municipale, a cui avrebbe dovuto demandare l’incarico di apertura della sala del Consiglio, era chiuso.

Inoltre, avendo il Sindaco garantito il contributo, correttamente (vedi l’elenco degli sponsor sottoallegato) inserii al primo posto della lista dei ringraziamenti il Comune di Ceppaloni. E, nonostante tutto, certamente non mi dispiace perché la comunità ceppalonese, ed è ciò che è importante,mi è stata vicina; il sindaco, beh … è un’altra storia. Non ha concesso il contributo? Non ha concesso il Patrocinio? Non ha presenziato alla presentazione del libro? La segretaria comunale è diventata irreperibile? Fa niente, l’importanza del lavoro non è stato certamente inficiato dal suo comportamento sgarbato.

Mi chiedo: non sarebbe stato meglio rispondere negativamente alla richiesta presentata come legittimamente fecero la Pro loco di Beltiglio  e  il “ Consorzio Verdi Colline”? ( che pure tendono a promuovere la conoscenza e la valorizzazione del territorio).

 Eppure, devo ammettere che l’Amministrazione Comunale non è avara nel concedere il proprio sostegno ad associazioni pubbliche e private, infatti, come risulta dalle delibere  viste sul sito on-line, ha concesso il patrocinio per il “ Raduno delle vespe” a Beltiglio, ha deliberato  6.000 euro  per la semifinale canora di Castrocaro che tanto lustro ha dato al Comune.  Oltre un contributo di 800 euro per lavori di sistemazione interna della Chiesa  di Beltiglio  e i 7.000 euro stanziati, come significativo intervento “culturale”, per la facciata della Chiesa di Beltiglio . Ancora un  contributo per il monumento ai Carabinieri  in costruzione a Roma  in occasione dei duecento anni dell’Arma e i 200 euro concessi per le feste patronali del Comune.

Inoltre , solo due anni fa, aveva concesso all’amico Alfredo Rossi di Beltiglio il patrocinio ed un contributo di euro 300 per la pubblicazione di “ Ceppaloni – Storia e societĂ  di un paese del Regno di Napoli “.

A me non dispiace che i nostri amministratori apprezzino l’arte tanto da patrocinare e dare un sostegno anche finanziario, come ha detto il dott. Giovanni Parente,  alla mostra dal titolo Racconto Beneventano,  dell’artista dell’Ohio Robert  Carroll (una sola incisione 500x700 di Ceppaloni giĂ  presentata al paese, verso a fine degli ottanta del Novecento, in occasione della manifestazione “Ceppaloni e dintorni”), ma che abbiano  mostrato, però, tanta albagia,  completa indifferenza e cattiveria nei confronti  di un cittadino di Ceppaloni  che

con la sua ricerca  ha ricostruito   un periodo della storia del Comune affatto sconosciuto … veramente non riesco a capirlo e resto perplesso e allibito quando leggo la sintesi dell’intervento (Gazzetta di Benevento.it) che il sindaco di Ceppaloni ha tenuto alla cerimonia di inaugurazione della mostra presentata a Benevento il 25 Ottobre scorso.  … abbiamo accettato di collaborare, ha proseguito il sindaco, per dare il giusto peso alle iniziative ch si vanno ad assumere ed anche perchĂ© spesso noi guardiamo con occhio strabico al nostro patrimonio artistico e culturale mentre abbiamo l’obbligo di valorizzarlo e di renderlo fruibile per consegnarlo al futuro dei nostri figli.

Probabilmente,  per il sindaco, la mia pubblicazionea priori,  non possedeva nemmeno quei requisiti per essere guardata con occhio strabico perchĂ©, nella sua autonomia di giudizio, insindacabile( pur non conoscendo affatto il mio lavoro), ha ritenuto che non andasse proprio guardata â€¦ nĂ© valorizzata per consegnarla al futuro dei nostri figli, per cui: niente patrocinio, niente contributo, niente presenza alla manifestazione  con  cui ha voluto dimostrare …  veramente non riesco a capire che cosa. Per quanti sforzi io abbia fatto in questi mesi.

Vorrei ricordare, si parva licet componere magnis, a chi, nel bene e nel male, impegna parte del suo tempo per amministrare il Comune, ciò che Plinio il Giovane scrisse a Tacito:

“ Io non so se i posteri si ricorderanno

di noi,in qualche maniera.

Una cosa è certa: che noi un po’ di

Rispetto lo meritiamo, non dico per

L’ingegno – che sarebbe arroganza!

Ma per la fatica che abbiamo fatto

E per l’impegno profuso nel nostro

Agire, per il rispetto che si deve alla

 Posterità”.

Ecco, ritengo che,  nell’occasione,  non  vi sia stato  rispetto  nĂ©  per la fatica, nĂ© per l'impegno, nĂ© per la  comunitĂ , nĂ© per l' Istituzione rappresentata. Mi è sembrato di scorgere, in tale comportamento, tanta tracotanza e  oscurantismo culturale che certamente non fanno bene al paese; ma, senza polemica,  nĂ© rancore, solo con molta delusione, chiedo: perchĂ© l’Amministrazione, era assente l’intera Giunta Comunale (e, perciò, non era un caso), ha mostrato tanta insofferenza e tedio, non verso la mia persona o le mie idee, mi auguro , ma  per una manifestazione e per una indagine storiografica con la quale ho cercato di descrivere e di interpretare i 150 anni della nostra storia?

Beniamino Iasiello

 

Riporto l’ultima pagina di  Ceppaloni  nel Regno delle due Sicilie                                                    

 

Ringraziamenti

Ringrazio la sensibilitĂ  di tutti coloro che hanno voluto dare un contributo per la pubblicazione di questo lavoro.  Grazie alla loro disponibilitĂ    è possibile distribuire gratuitamente  il presente volume.

 Comune di Ceppaloni â€“  Pro Loco di Ceppaloni -Associazione “Antigone” di Ceppaloni - Onlus “Portanovella” di Ceppaloni – Alfa Dari srl, S. Giovanni di Ceppaloni – Betelgeuse, Ceppaloni - Farmacia, Ceppaloni - Ristorante “ All’ombra del Castello”, Ceppaloni – Kaffa Bar, Ceppaloni  – “Sali e Tabacchi”  Fiorillo, Ceppaloni - “Crisalide” Bar” Ceppaloni – Gema Medical Service srl, Benevento - Costruzioni M.E.A. srl Ceppaloni -  Lavori Edili di Nino Rosa, Ceppaloni  – “Panificio” Rosa Angelo, Ceppaloni - “Antica Vigna” Rosa, Ceppaloni – “Lavanderia” Carmelina De Blasio, Ceppaloni –  “ Salone” Nicola Bosco, Ceppaloni – “ Estetica del capello” di Rosella Maria, Ceppaloni -“Macelleria” De Blasio S. Giovanni – “Onoranze Funebri” Russo, S. Giovanni - “Bricolandia” Tufara Valle  –  “Alluminio” Russo Tufara Valle – Concessionaria “ Skoda” Tufara Valle – Pubblisannio, Tufara Valle - Ferramenta Piscitelli, Beltiglio – Il Mulino, Beltiglio -  La Fotografia di Corrado Lombardi, S. Leucio del Sannio – Tabaccheria Cervone, Benevento     

 

Sei qui: Home La rubrica di Benjamin Una Storia da Dimenticare
Find us on Facebook
Follow Us