"Dato in linea col nazionale"

1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 (0 Votes)

EVELINA TESTAEvelina Testa, capogruppo del Pdl in maggioranza, commenta i risultati ottenuti a Ceppaloni dal partito berlusconiano alle ultime consultazioni elettorali. «Non vedo una grande differenza col dato nazionale. Sicuramente - evidenzia Testa - c'è stata una dispersione dei voti, ma ciò è dovuto al consenso riscosso dal 'MoVimento 5 stelle'. Il diffuso malcontento ha orientato tantissimi elettori verso questo movimento. Un risultato impensabile quello avuto da Grillo in questo comune se si pensa che qui non c'era nessun rappresentante.

 

 

È stata una forza contestatrice inarrestabile, non condivido il suo atteggiamento di rottura, non lo trovo costruttivo, ma sicuramente il consenso accordatogli deve essere considerato con rispetto: è un indicatore del livello di insoddisfazione della gente». Tornando ai voti ottenuti dal Pdl Testa precisa «nel computo totale effettivamente c'è stato una perdita considerevole, ma nei seggi della frazione di Beltiglio, abbiamo guadagnato dei consensi rispetto alle ultime elezioni nazionali». E in merito alle dinamiche che avrebbero influito sulla decrescita il consigliere dichiara: «Non ci sono dei meccanismi univoci che intervengono sulle scelte di voto. La credibilità di un partito, sia di destra che di sinistra, dipende da una serie di fattori. Io credo che il Pdl sannita si sia rinnovato, molti dei candidati sono giovani e per giunta neanche veterani della politica. Questo è un segnale positivo. Ci vuole un rinnovamento che passi per il ricambio generazionale. La politica deve rinnovarsi nei volti e nei progetti, deve assolutamente convergere verso i giovani. Io stessa sono attiva da poco in politica e potrei essere una novità e promuovere una gestione completamente nuova». Dunque, Testa esprime soddisfazione per i risultati del Pdl e conferma la sua fiducia al partito: «Credo ancora nelle sue istanze e soprattutto alle nuove leve: meritano la nostra fiducia». Ma il mordente principale da cui la politica deve ripartire è per Testa principalmente il rinnovamento, che ritiene necessario anche per un altri compiti delegati alla politica «domenica e lunedì sono stata in giro tra i seggi e ho constatato che c'erano gli scrutatori di sempre, tra l'altro la maggior parte di loro ha un lavoro, ho trovato molto discutibile il tipo di scelta fatta. Non risponde a nessun criterio di giustizia sociale. Invito il sindaco, Claudio Cataudo, e il vicesindaco, Ettore De Blasio, a elaborare un criterio oggettivo di nomina degli  scrutatori, anche in vista delle prossime elezioni amministrative».

Fonte: Ottopagine 

Sei qui: Home News "Dato in linea col nazionale"
Find us on Facebook
Follow Us