"Amministrazione allo sbaraglio"

1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 (2 Votes)
"Amministrazione allo sbaraglio" 5.0 out of 5 based on 2 votes.

tre castelliPDopo aver fatto saltare la seduta del Consiglio nel bel mezzo della discussione sulla gestione associata dei servizi, il gruppo di opposizione torna all'attacco ed infligge un altro duro colpo all'amministrazione. A fin ire sotto la lente della compagine guidata da Nino Rossi, sono tutte le scelte adottate nel quinquennio dalla maggioranza targata Claudio Cataudo nell'ambito dei servizi associati. L'Assenza di una linea coerente nelle decisioni, la mancata programmazione e condivisione sulle scelte il 'je t'accuse' di 'Unita democratica per il Comune'.

 

"Sin dall'inizio della consiliatura -affermano gli esponenti di minoranza- abbiamo sollevato la tematica della gestione associata dei servizi, chiedendo a più riprese di avviare un discorso programmatico che potesse condurre ad un progetto unitario garantendo risparmi all'Ente e servizi efficienti. Nessuna delle nostre istanze tuttavia é stata mai recepita dal Sindaco e dalla maggioranza che hanno preferito muoversi in altre direzioni". Il gruppo di opposizione definisce dunque tardiva l'azione della maggioranza. "Soltanto oggi -dichiarano i consiglieri- in ottemperanza ad una normativa nazionale che impone la gestione in forma associata di almeno tre servizi, L'amministrazione decide di avviare questo percorso, ma la gestione associata richiede una riflessione seria, non può essere frutto di decisioni improvvisate dettate da una scadenza". La minoranza passa poi al vaglio tutte quelle che sarebbero le incoerenze nella linea amministrativa. Nel corso degli anni sono state sottoscritte convenzioni con i comuni di Roccabascerana, Puglianello, Calvi e soltanto qualche mese fa anche con San Nicola Manfredi. Ora si propone di associarsi con Arpaise, Apollosa e San Leucio del Sannio. In queste decisioni non si intravede alcuna logica, I'amministrazione non crede nella gestione associata e ció emerge dall'azione confusionaria che ha condotto. La convenzione, già approvata dai comuni di Apollosa ed Arpaise, era stata portata in Consiglio venerdì a seguito dei vari incontri che e'erano stati tra i sindaci ed i tecnici degli enti. Secondo quanto annunciato dagli stessi primi cittadini I'accordo era stato raggiunto per i servizi di raccolta rifiuti, polizia municipale e protezione civile. Il documento all'attenzione dell'assise era tuttavia soltanto uno schema generale che non definiva i servizi previsti, che, secondo quanto affermato dal Sindaco sarebbero stati invece oggetto di successive convenzioni. II gruppo 'Unita democratica per il Comune' pone ancora I'accento sulla mancata condivisione nelle decisioni da parte della maggioranza. La convenzione presentata in Consiglio -sostengono i membri dell'opposizione- dice tutto e niente. Il Sindaco e la maggioranza hanno ritenuto che fosse opportuno scegliere quale fossero i provvedimenti da adottare senza coinvolgere in alcun modo il gruppo di minoranza, senza alcuna riunione aperta anche con le altre istituzioni. Non ci é stata conccssa l'opportunità di esprimere la nostra posizione, di offrire il nostro contributo su quella che e una tematica di fondamentale importanza e che segnerà il futuro del nostro territorio. Respinte poi le accuse mosse da Cataudo che aveva etichettato come strumentale, ostruzionistico ed irresponsabile I'atteggiamento della minoranza."Il Sindaco -afferma il gruppo di opposizione- contraddice se stesso quando dichiara che la minoranza blocca un provvedimento che consentira vantaggi e risparmi per l'intera comunità in quanto noi avevamo avanzato quest'istanza 5 anni fa mentre I'amministrazione si é mossa solo ora per adempiere un obbligo di legge. Inverosimile anche il fatto che siamo irresponsabili nei confronti della comunità in quanto soltanto la nostra presenza ha garantito il numero legale in Consiglio ed abbiamo votato a favore anche del cambio del codice di avviamento postale per porre rimedio agli aumenti sulle assicurazioni automobilistiche. Abbandonando l'aula abbiamo voluto manifestare il dissenso verso la linea deLl'amministrazione ed evidenziare lo stato precario ed instabile in cui versa la maggioranza che ha ormai numeri risicati in Consiglio e che in Giunta continua a deliberare con la presenza di soli 4 membri su 7 reggendosi su un solo voto".

Fonte: Il Sannio Quotidiano

Sei qui: Home News "Amministrazione allo sbaraglio"
Find us on Facebook
Follow Us