Raccolta rifiuti, Fiorillo all’attacco

1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 (18 Votes)
Raccolta rifiuti, Fiorillo all’attacco 5.0 out of 5 based on 1 votes.

Avviso pA chiudere la settimana calda vissuta dalla politica ceppalonese ci pensa Elio Fiorillo, questa volta a finire nel mirino del consigliere di opposizione è il servizio di raccolta rifiuti ed a suscitare le sue critiche è l’avviso diramato dall’Amministrazione. “La cittadinanza di Ceppaloni – afferma Fiorillo -  Ã¨ “avvisata” che la Tassa sui rifiuti per l’anno 2012 aumenterà. Questo in sostanza il senso dell’avviso affisso qualche giorno fa dal Comune di Ceppaloni sulle bacheche del paese.  Si prepara allora una nuova stangata per i cittadini ceppalonesi, in virtù del probabile mancato raggiungimento, entro il 31 dicembre 2012, della quota del 65% di raccolta differenziata.

 

 

Per Ceppaloni, infatti, nonostante il 52,9% raggiunto nel 2011, sarà difficile rispettare gli obiettivi fissati dal piano regionale di raccolta differenziata, visto che da gennaio ad oggi la media mensile di Raccolta differenziata é del 53,7%, con la conseguenza del commissariamento del servizio da parte del prefetto e dell’incremento della TARSU. Un obiettivo, quello del 65%, tutt’altro che impossibile visto che molti comuni della provincia sono già abbondantemente al di sopra di questa soglia.” Fiorillo cerca di far luce su tale vicenda evidenziando quelle che sarebbero le responsabilità dell’Amministrazione: “Mi domando di chi sia la colpa, della cittadinanza che non collabora o che non collabora abbastanza, così come sembra di capire da quanto affermato nel suddetto avviso, o piuttosto dell’Ente comunale e della maggioranza che lo ha guidato che, nonostante i risparmi conseguiti negli anni per effetto della diminuzione del quantitativo dei rifiuti portato a discarica, non ha provveduto a migliorare ed incrementare il servizio. È incontestabile che i cittadini abbiano fatto la loro parte con impegno e sensibilità, consentendo sin dal primo anno di avvio della raccolta porta a porta di raggiungere buoni livelli di separazione dei rifiuti, ricevendo in cambio costanti e pesanti aumenti della relativa tassazione. La stessa cosa non può certo dirsi per il Comune di Ceppaloni che negli anni non ha migliorato o arricchito il servizio, cosa che poteva avvenire reinvestendo quanto risparmiato dalla riduzione dell'indifferenziata. Tutt'altro. Questa maggioranza – rimarca Elio Fiorillo - ha totalmente snobbato ogni azione educativa, informativa, di sensibilizzazione e di formazione che di solito si accompagnano al processo di differenziazione dei rifiuti. Si aggiunga, inoltre, che questa Amministrazione non ha attivato né le nuove direttive sulla raccolta differenziata approvate a giugno dalla Regione, dove si prevede il recupero dei rifiuti di spazzamento, né l’adesione al Progetto di implementazione della raccolta differenziata tramite il riutilizzo dei lavoratori ex consorzi. Progetto voluto fortemente dall’Assessore al lavoro della Regione Campania Nappi (UDEUR ). Quest'ultima operazione avrebbe consentito di implementare la raccolta per i quattro mesi della durata del progetto senza oneri per l'amministrazione comunale e per i cittadini. Inoltre l’amministrazione avrebbe svolto un servizio di rilievo sociale vista la drammatica situazione economica che i lavoratori degli ex consorzi stanno vivendo: da 27 mesi senza stipendio. Il consigliere denuncia poi le tante criticità presenti: “Per rendersi conto della differenza qualitativa e quantitativa tra il servizio fornito dal Comune di Ceppaloni e quello dei paesi sanniti più “ricicloni” (Circello, Baselice, Cerreto, ecc..), sarebbe sufficiente scorrere le tabelle riepilogative CER (codici europei dei rifiuti) per Comune fornite sia dall’Osservatorio Regionale sia dal sito dell’Osservatorio Provinciale Rifiuti, da dove si evince che i comuni in cui le percentuali più alti di RD lavorano su 18 CER mentre noi su 12. Per capire il grado di inadeguatezza del metodo di raccolta messo in piedi da questa amministrazione basterebbe solo ricordare che manca addirittura la raccolta dei RAEE (rifiuti apparecchiature elettrici ed elettronici). Come se non bastasse, con lo stesso avviso pubblico, il Sindaco Cataudo minaccia controlli e verifiche sul corretto svolgimento della separazione dei rifiuti, promettendo sanzioni per i trasgressori: resta un mistero sulla base di quale sistema di identificazione del cittadino egli intenda agire.” “Davvero questa amministrazione – conclude Fiorillo - sulla questione rifiuti naviga a vista. Tuttavia ha ben chiara la rotta quando l'obiettivo é quello di scaricare sui cittadini le conseguenze e la responsabilità di tale insuccesso. Ancora una volta a pagare non é la cattiva politica ma una intera comunità che ha dimostrato un profondo senso civico e di rispetto dell’ambiente.

 

Fonte: Il Sannio Quotidiano

leggi

 

Commenti   

 
0 #12 mi scoso con i lettoritranfa federico 2012-10-20 08:47
mi scuso con i lettori per gli errori di battitura presenti nei miei commenti, ma la mia tastiera (TEDESCA) spesso si "inceppa" e scrive a fattii suoi, due - tre volte le letterre o nessuna, una lettera per un'altra ecc. ecc. scusate. spero che il concetto sia chiaro! ps: ho cambiato tastiera :)
Citazione
 
 
0 #11 invitofederico tranfa 2012-10-18 17:12
organizziamo una visita ai centri di raccolta, di smistamento, ecc ecc in campania e andiamo a vedere se "LA FILIERA" FUNZIONA. Seguiamo i nostri sacchetti :)
Citazione
 
 
0 #10 utlima cosafederico tranfa 2012-10-18 17:10
ribadisco il concetto... su internet si reperiscono milioni di informazioni... la domanda resta il comune, i cittadini, le aziende di raccolta ecc ecc fanno il loro lavoro al 100%??????????? ??????????
Citazione
 
 
0 #9 per marco 2federico tranfa 2012-10-18 17:09
con riferimenro all prima delle tue risposte quello che tu dici è l'iter dei rigiuti per legge! ma lo sai che in campania siamo sos con i rifiuti?La filiera della raccolta differenziata in campania funziona? questa è la mia domanda! Bisogna coggliere le cosa e non rispondere "o la'"! La domanda è il lavotro che il cittadino fa a monte lo fanno anche ghi poi deve smaltire? Il comune dovrebbe verificare anche questo perchè? per rispetto delle persone e per i soldi che pagga. ps: se compro un vino di 20 euro voglio un vino che ne valga 20 se ne copro uno da 2 euro mi accontento e non sapro' mai tante cose! così ci capiamo meglio! un abbraccio amico marco
Citazione
 
 
0 #8 per marcofederico tranfa 2012-10-18 17:05
caro marco internet oramai lo utilizzano anche i bimbi di 2 anni ed è faccile reperire nitizie o informazioni o leggi. come da tuo link il monouso ora si puo' conferire nella plastica, cosa nota a chi segue un po' la raccolta differenziata, proprio per questo mi chiedo perchè in alcuni comuni è conferito in un modo in altri comuni in altro modo. se leggi bene vedi che si tratta di alcuni tipi di monouso mentre gli avvisi comunali si riferiscono in "genere".... quindi ci sarà un problema di fondo! inserire materiale non idoneo nei sacchetti rende inutilizzabile tutto. ps: la mia capagna elettorale la faccio da 32 anni!
Citazione
 
 
0 #7 SECONDA RISPOSTAmarco pugliese 2012-10-17 19:51
Per quando riguarda la seconda domanda che tu mi hai sottoposto ti rispondo con questo comunicato emesso
dal CONAI (CONSORZIO NAZIONALE IMBALLAGGI) , ANCI ( ASSOCIAZIONE NAZIONALE COMUNI ITALIANI) E COREPLA (CONSORZIO NAZIONALE PER LA RACCOLTA,IL RICICLAGGIO ED IL RECUPERO DEI RIFIUTI DI IMBALLAGGI IN PLASTICA), ECCO IL LINK :http://www.irenemilia.it/corporate/risparmio-energetico.jsp?codice=515

SPERO CHE TI HO DATO DEI CHIARIMENTI IN MATERIA DI RIFIUTI ANCHE SE NON E' IL MIO SETTORE DI COMPETENZA E TU LO SAI BENISSIMO .

P.S . SECONDO ME SEI PARTITO MOLTO PRESTO PER LA CAMPAGNA ELETTORALE.
Citazione
 
 
0 #6 PRIMA RISPOSTAmarco pugliese 2012-10-17 19:47
Caro Federico ti invio l'indirizzo per poter soddisfare la tua prima domanda : http://www.ecoalcubo.org/?page_id=1315
Citazione
 
 
0 #5 a marcofederico tranfa 2012-10-16 18:21
al caro Marco pugliese che dice di sapere. puoi dirmi l'iter dei rifiuti dopo raccolti.. e soprattutto perchè il monouso in alcuni paesi é mischiato con la plastica e in altri no
Citazione
 
 
+1 #4 continua.....la domanda nasce spontaneafederico tranfa 2012-10-16 10:46
domanda. il popolo si impegna per sano e civile senso di responsabilità a "fare" la raccolta differenziata!! !!! ma dove va a finire poi la "munezza"..... sarebbe bello sapere, vista la trasparenza del comune, l'iter dei miei sacchetti della spazzatura ..... li metto fuori la porta, li raccoglie una ditta specializzata in rifuiti e poi....... chi mi aiuta a capire se tutto cio' che facciamo ci aiuta? aiuta a vivere meglio... perchè a quello serve la raccolta differenziata a noi cittadini (ad altri a fare tanti soldi) a non violentare l'ambiente!
Citazione
 
 
+1 #3 continua.....la domanda nasce spontaneafederico tranfa 2012-10-16 10:44
Chi mi fa capire come funiona!! Non voglio sapere i fatti strani.. del tipo che in alcuni cantieri vengono scavti profondi pozzi di notte che poi vengono riscuisi al mattino........ ............... ............... ..... Solo perchè ci sono queste differenze. Chi puo' farmi la cortesia di chiedere cio' ai firmatari dell'avviso che si occuoano di tali cose poichè io difficilmente riesco a vederli!

es: http://www.comune.bucciano.bn.it/cms/ in fondo alla pagina
Citazione
 
Sei qui: Home News Raccolta rifiuti, Fiorillo all’attacco
Find us on Facebook
Follow Us