Una cocente delusione

1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 (2 Votes)

Briciole  Il viale alberato, che conduceva alla sua casa, sembrava scagliarsi contro un cielo plumbeo. Lucia non aveva nessun fretta di rincasare perchĂ© sapeva che non avrebbe trovato nessuno ad attenderla. I suoi figli, ormai grandi, dopo anni di studi avevano preferito emigrare all’estero dove avrebbero trovato lavoro con piĂą facilitĂ  . Quando le avevano comunicato la loro decisione Lucia, con la morte nel cuore, li aveva incoraggiati al grande passo  << Ci vedremo tutte le sere con Skype,  come se non ce ne fossimo mai andati >> sentenziò il maggiore << Ormai le distanze non esistono piĂą, viviamo in un mondo tecnologico e con una webcam ci possiamo anche vedere>> aveva risposto Lucia …ma non li posso abbracciare e baciare aveva pensato ma con un sorriso aveva ricacciato indietro le lacrime.

 

Un tuffo nel passato

1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 (2 Votes)

Lucia era uscita dall’ufficio piĂą tardi del solito. Mentre si incamminava verso casa ripensava,  con profonda amarezza,  alla discussione piuttosto accesa che aveva avuto con la collega. Oramai il mondo del lavoro non le apparteneva piĂą, si sentiva inadeguata e aspettava con ansia la possibilitĂ  di andare in pensione, ma non aveva ancora maturato gli anni necessari.  I colleghi di lavoro erano diventati troppo competitivi e non c’era piĂą spirito collaborativo come negli anni passati, in particolar modo i nuovi impiegati credevano di essere onniscienti , guardavano gli altri quasi con compassione e sarebbero passati sul cadavere della mamma pur di fare carriera.

“L’uomo è ciò che mangia”(1)

1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 (1 Vote)

Briciole  Viviamo in una societĂ  dove si evidenziano forti contraddizioni in tutti i settori: dall’isolamento dell’uomo che affida le parole e gli stati d’animo ai social network  dove la parte piĂą vera dell’essere umano scompare, alle enormi divergenze fra paesi ricchi e paesi poveri. Da un lato assistiamo a bombardamenti di programmi televisivi dove vengono presentati cibi gustosi e ipercalorici, dall’altro modelli di uomini e donne dal fisico scultoreo che rimandano a diete sane ricche di frutta e verdura. In questa triste realtĂ  sono i giovani soprattutto a farne le spese, troppo spesso confusi da questa ambivalenza e costretti a scegliere tra due possibilitĂ , dove qualsiasi decisione comporta la rinuncia e la frustazione per un piacere mancato.

Crescere leggendo

1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 (1 Vote)

Briciole  Sono stata un’accanita lettrice fino all’etĂ  adolescenziale quando i libri erano i miei migliori amici , li divoravo uno dopo l’altro e mi immergevo in una realtĂ  parallela dove eroine ed eroi mi facevano compagnia. Con l’etĂ  adulta sono stata travolta dall’uragano della vita reale: matrimonio, figli, lavoro che mi hanno fatto abbandonare questo mio amore rimanendo comunque una sognatrice con la “testa fra l nuvole”.  Ora con la terza etĂ  e la pensione ho ripreso  questa mia vecchia passione e con essa ho ritrovato i miei sogni perduti ed emozioni sopite ma mai dimenticate.

 

….. e le stelle stanno a guardare

1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 (0 Votes)

Briciole  Essendo figlia  di Mamma RAI, cresciuta con il mito della RAI di Stato, non posso non esultare del trionfo delle fiction di RAI 1 e RAI 2 e allo stesso tempo ricordo con nostalgia e rimpianto gli anni 50 -60 70  quando a fruire delle trasmissioni televisive erano in pochi. I fortunati possessori di questo mezzo, all’epoca rivoluzionario, invitavano parenti e amici per condividere insieme i vari sceneggiati, Festival di San Remo, Festival di Napoli quando le canzoni napoletane erano amate in tutto il mondo. Tempi in cui le porte delle case erano aperte e i cuori spalancati!

Sei qui: Home Briciole di Molly
Find us on Facebook
Follow Us