La vita è meravigliosa

1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 (1 Vote)
La vita è meravigliosa 1.0 out of 5 based on 1 votes.

Briciole

Una sera di fine estate Lucia era rientrata a casa prima del solito con la sensazione che qualcosa stava finendo ma che ancora non era completamente passata e cercava di assaporare e catturare, ad occhi chiusi, i sapori, gli odori ed i colori di un’estate da ricordare. “Sindrome malinconica di fine estate” la chiamava e sentiva che qualcosa di irripetibile volgeva al termine: le sere trascorse con gli amici fino a notte inoltrata, la sensazione di libertà e i sogni mai realizzati che accompagnano questo magico periodo dell’anno. Si guardò allo specchio e vide riflessa l’immagine di un volto ancora bello ma segnato da tante rughe e ogni segno era un’emozione vissuta che si era impressa sul suo viso.

 

Non voleva rinunciare ai segni del tempo: ogni ruga raccontava  i dolori e le gioie della sua vita, qualcosa di prezioso da ricordare, non da cancellare. Suo marito ripeteva che le piaceva così com’era e Lucia era felice di vivere senza complessi l’avanzare dell’etĂ  matura, ma quando suo marito Mario si soffermava a guardare con un intrigante luccichio di ammirazione un volto giovane e un fisico scattante tutte le sue sicurezze si scioglievano come neve al sole, avvertiva una morsa allo stomaco e le si stringeva il cuore.

Il suo adorato Mario lo aveva conosciuto proprio in una sera di fine estate, quando aveva  subito l’ennesima delusione da parte di Luigi che ogni tanto ritornava a cercarla e lei, senza chiedere spiegazioni, si abbandonava tra le sue braccia <<E’ un’incognita ogni sera mia, un’attesa pari ad un’agonia , troppe volte vorrei dirti no ma poi ti vedo e tanta forza non ce l’ho>> cantava  Mia Martini  e quella canzone sembrava scritta proprio per lei, le calzava a pennello. Puntualmente in questi periodi di profonda disperazione Mario le porgeva la spalla su cui piangere e Lucia piano piano se ne era innamorata, le ispirava un senso di sicurezza e protezione: poteva finalmente contare su qualcuno che aveva conquistato il suo cuore. Erano gli anni 80 scanzonati e trasgressivi, avevano il compito di far dimenticare le difficoltĂ  degli anni precedenti, segnarono  la crisi delle ideologie, l’attentato al Papa e il misterioso incidente di Ustica unite a continue crisi di governo causarono un crescente distacco tra i cittadini e la politica. Le uniche discussioni e dissapori che Lucia e Mario avevano era proprio quando parlavano di politica: lui un moderato convinto sostenitore del compromesso storico, lei una fervente femminista che si era facilmente piegata, per amore, al predominio del “maschio”.  Si erano sposati una sera d’estate molto calda e la nascita del primo figlio aveva messo in crisi la loro solida unione e complicitĂ . Lucia era sempre nervosa, quel piccolo dispotico frugoletto sembrava assorbire tutto il suo tempo e urlava come un forsennato se non si era pronti ad appagare i suoi bisogni. La dimensione romantica-erotica della loro

coppia era sparita per lasciare spazio a pannolini e poppate, non sembravano neanche più gli stessi. Soprattutto Mario si sentiva trascurato e guardava con perplessità il sorriso soddisfatto di suo figlio che le appariva vincitore in questa lotta impari tra due maschi per accaparrarsi l’affetto della donna più importante della loro vita. Per fortuna la situazione migliorò con la nascita del secondo figlio, Mario collaborava di più alla crescita del piccolo: adesso erano in tre a prendersi cura di Lucia, ad amarla e proteggerla. Si era formato un nucleo familiare che si completava a vicenda.

Il suono del cellulare strappò la donna dai suoi ricordi: era suo marito che la invitava a cena fuori :<<Ho  prenotato in quel ristorantino dove andavamo da  fidanzati>> disse << E’ tanto che non ci dedichiamo a noi>> aggiunse quasi a volerlo ricordare a se stesso. Lucia si preparò con particolare cura,  indossò un vestito che le donava particolarmente facendo risaltare la sua abbronzatura ambrata e chiudendosi la porta alle spalle sorrise e pensò ”La vita è meravigliosa”

 Eufemia Mollica

Sei qui: Home Briciole di Molly La vita è meravigliosa
Find us on Facebook
Follow Us