Il rigogolo

1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 (12 Votes)
Il rigogolo 4.9 out of 5 based on 12 votes.

Salvatore Viglietti Una meraviglia nel folto del bosco ... ma anche nel giardino di casa. Il Rigogolo, Orilus oriolus è un uccello molto comune in tutta Italia, con l'eccezione della Sardegna. Nel nostro territorio è una presenza costante e rumorosa in tutto il periodo riproduttivo, da aprile a giugno, il suo inconfondibile canto accompagna le nostre giornate incessantemente dall'alba al tramonto, eppure è un animale tanto appariscente quanto invisibile. Il maschio ha una brillante livrea gialla con le ali e la coda nera, la femmina è tipicamente verde - giallastra e sicuramente meno appariscente, l'unica specie con cui può essere confuso è il picchio verde, ma da cui si distingue facilmente per il colore più brillante e per l'assenza del rosso sulla parte superiore del capo.

 

Il rigogolo vive e si muove nel folto degli alberi, sempre piuttosto in alto, dove il giallo o il verde del piumaggio si confonde con il colore delle foglie, qui nidifica alla biforcazione di due rami orizzontali costruendo un nido particolare e facilmente riconoscibile, attaccato ai due estremi e sospeso al centro come un'amaca. Se ne sentite il canto, osservate attentamente l'albero da cui proviene, magari con l'aiuto di un binocolo, potreste vedere uno degli uccelli più belli della nostra avifauna, un abitante del nostro comune ... bellissimo e semi sconosciuto. Salvatore Viglietti Naturalista, Professore a contratto presso il corso di Laurea in Scienze e Tecnologie per la Natura e l'Ambiente dell'Università Federico II di Napoli

logo video

Susnet Work
Web Design London
Find us on Facebook
Follow Us